Connettiti con

Politica

Proclamati i nuovi consiglieri eletti a Biancavilla con lo “schema” del 15-1

Attesa ora la convocazione della seduta di insediamento che sarà presieduta da Vincenzo Mignemi

Pubblicato

il

Nessun colpo di scena: i consiglieri comunali di Biancavilla eletti sono quelli già indicati a conclusione delle operazioni di spoglio. A venti giorni dalla chiusura delle urne, è avvenuta la proclamazione ufficiale. Lo “schema” della geografia consiliare – inedito per queste proporzioni – è quello del “15-1”. La maggioranza del sindaco Antonio Bonanno (risultato vincitore con l’80% dei consensi, escludendo l’avversario Andrea Ingiulla dal “diritto di tribuna”) è schiacciante con 15 elementi contro uno solo lasciato all’opposizione.

A sostegno del primo cittadino ci sono Vincenzo Amato, Martina Salvà e Rosanna Bonanno (Biancavilla che lavora), Vincenzo Mignemi e Silvana Laudani (Prima l’Italia), Dino Caporlingua e Fabio Diolosà (Fratelli d’Italia), Salvo Pulvirenti e Francesco Battiato (Biancavilla in azione), Vincenzo Giardina e Giorgia Pennisi (Biancavilla mi piace), Marco Cantarella e Martina Paternò (Energie per Biancavilla), Luigi D’Asero (Movimento per l’autonomia), Fabrizio Portale (Noi per Biancavilla).

Un solo consigliere nei banchi della minoranza: Melissa Pappalardo del Partito Democratico, che per tre preferenze stacca Alfio Distefano, che ancora una volta (come in altre precedenti competizioni) subisce il “sortilegio” del primo dei non eletti per un pugno di voti.  

L’unico gruppo consiliare con tre componenti è, dunque, “Biancavilla che lavora”: un dato politico destinato ad incidere sugli equilibri della maggioranza e dell’assemblea cittadina nei prossimi anni. Dei 16 eletti, risultano essere agli esordi in sei. Rispetto alla precedente assemblea, poi, la presenza femminile di fatto raddoppia: adesso le “consigliere” sono sei.

Il più votato in assoluto è Vincenzo Mignemi con 829 voti. Sarà lui, quindi, ad aprire la seduta di insediamento del Consiglio Comunale. La stessa che dovrà eleggere il presidente ed il suo vice. Scattano già da ora, all’interno della maggioranza, le manovre per la scelta dei nomi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Politica

Carenza idrica, riunione d’urgenza a Biancavilla: stanziati 85mila euro

Disservizi in varie zone: sopralluogo nei pressi di viale dei Fiori, dove i disagi sono più marcati

Pubblicato

il

A Biancavilla, come nel resto della Sicilia, si registra una carenza idrica che sta portando una serie di disservizi in viarie zone. L’abbassamento delle falde nei tre pozzi cittadini ha prodotto un calo di circa 13 litri al secondo. Per affrontare e risolvere i disagi, l’amministrazione comunale ha stanziato 85mila euro da utilizzare per la manutenzione straordinaria dei pozzi.

Una riunione convocata d’urgenza dal sindaco Antonio Bonanno ha chiamato al palazzo comunale gli assessori Vincenzo Giardina e Mario Amato. Con loro anche il capo area del settore, il responsabile della Protezione Civile del Comune e i fontanieri comunali.

«Grazie alle risorse messe in campo – dice Bonanno – provvederemo a spurgare i pozzi e ad attuare interventi migliorativi che ci permettano di recuperare l’acqua perduta e tornare ai normali livelli di erogazione. Nel frattempo abbiamo attivato la Protezione Civile per mettere sin da subito a disposizione dei cittadini un’autobotte per il rifornimento delle abitazioni rimaste all’ascolto. Un’autobotte comunale – lo ricordo – è attiva da giorni».

Un sopralluogo del primo cittadino e dell’assessore Giardina è stato effettuato nella zona di Viale dei Fiori, dove l’erogazione idrica, in maniera più marcata rispetto ad altre aree cittadine, si muove a macchia di leopardo. In altre zone sono state riscontrate delle perdite in corso di riparazione.

Un’emergenza siciliana

«Va da sé che a nessuno di noi sfuggono le dimensioni della crisi idrica in atto, fenomeno di vasta portata che ha indotto il presidente della Regione Siciliana Schifani a chiedere lo stato di emergenza e a invitare tutti i siciliani a un utilizzo razionale della risorsa acqua. Sulla scorta di queste sollecitazioni, anche il Comune di Biancavilla – sottolinea Bonanno – emanerà nei prossimi giorni una serie di direttive affinché nessuno sciupi l’acqua che ha a disposizione». 

Le ditte che dovranno eseguire i lavori di manutenzione straordinaria sono già stata incaricate. Nei prossimi giorni i cittadini saranno avvertiti in tempo utile quando l’erogazione dai pozzi sarà interrotta per consentire gli interventi.

«Rivolgo sin d’ora un appello a tutti i biancavillesi a razionalizzare l’acqua. Sappiate – conclude il sindaco – che alla questione idrica la mia amministrazione sta dando priorità assoluta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti