15112018GOODNEWS:

Nero su Bianco

 


ORAZIO LONGO

Il Papa mancato

Mariano Rampolla del Tindaro, il cardinale siciliano che sfidò i Savoia e l’imperatore d’Austria

 

Un cardinale, un re, un imperatore. Una storia che ruota attorno a un Conclave e alla Questione Romana.

Mariano Rampolla del Tindaro è appena un adolescente quando lascia la Sicilia per trasferirsi a Roma e studiare per diventare prete. L’Italia non è ancora una e i Borbone governano a Napoli e a Palermo, fino all’arrivo di Garibaldi e alla resa di Francesco II.

Al soglio pontificio si avvicendano Pio IX e Leone XIII, che del presule siciliano apprezza le doti, tanto da elevarlo al cardinalato.

Ascesa e declino di una eminenza che, da nunzio in Spagna torna nell’Urbe e ricopre la massima carica di Segretario di Stato Vaticano per più di tre lustri. Fino al 1903, quando, per tutti, sarà lui il nuovo Papa. Per tutti, ma non per l’imperatore d’Austria, Francesco Giuseppe, che si avvale di un vecchio privilegio: lo jus exclusivae. Drammatico episodio che cambiò la storia della Chiesa e che portò all’abolizione del diritto di veto e dunque di qualsiasi interferenza politica: la fine dell’ancien régime.

Documenti, foto, interviste e una corposa rassegna stampa dell’epoca, per ripercorrere la storia di quello che oggi viene ricordato come il Papa mancato.


Formato 13,50 x 21 cm / 196 pagine con illustrazioni

13,00 euro

Per ricevere il volume comodamente a casa

(con spedizione GRATIS in Italia)


Scegli la spedizione




FEDERICO DE ROBERTO

San Placido

 

Il grido «Viva San Placido!» è la simploche di questa novella di Federico De Roberto. Una trama dinamica e corale, un groviglio di tipi e situazioni che esplodono nella festa di inizio ottobre dedicata al patrono. Prevaricazioni e tradimenti si intrecciano a devozione popolare e missione sociale, in una giostra di caratteri venata di ironia. San Placido. Ecco riproposto uno dei “capitoli” che compongono la raccolta “La sorte”, pubblicata nel 1887. L’autore aveva 26 anni.

Ma – come sottolinea Antonio Di Grado – è «possibile cogliere l’irrequietezza con cui l’esordiente si è aggiogato al carro degli amici e conterranei veristi, manifestando già dall’inizio quella accentuata vocazione sperimentale, quella insonne curiosità che nell’arco di pochi anni lo indurranno ad esplorare varie modalità espressive e diversi campi tematici e a cimentarvisi».

Una novella che, sotto una nuova luce, con il contributo di Placido A. Sangiorgio e un saggio critico di Rosaria Sardo sulle varianti che non compaiono nell’edizione a stampa, trova qui la sua contestualizzazione storica, sociale e politica nella Biancavilla di fine ‘800. Benché De Roberto non faccia espliciti riferimenti, gli elementi di vita paesana presenti nello scritto portano al centro etneo, dove la festa in onore del martire benedettino è, ieri come oggi, identitaria manifestazione del carattere civile.


Formato 12 x 16,50 cm / 138 pagine con illustrazioni

8,00 euro

Il libro si può acquistare a Biancavilla presso

Edicola Verzì – Edicola Atanasio – Copisteria Callicari

Per ricevere il volume comodamente a casa

(con spedizione GRATIS in Italia)


Scegli la spedizione




ALFIO GRASSO

Antichi versi contadini

L’agricoltura nella poesia dialettale di Placido Cavallaro (1784-1866)

 

Sono versi dialettali ispirati dal duro lavoro nei campi con l’aratro o col tridenti, quelli di Placido Cavallaro, poeta-contadino vissuto a Biancavilla, alle falde dell’Etna, tra il Settecento e l’Ottocento.

Componimenti che ci tramandano una esaltazione dell’agricoltura come “arte pulita e duci”, di cui Cavallaro si considerava un maestro.

E per questo, nonostante l’analfabetismo, consapevole e responsabile del ruolo di tramandare usi e tradizioni, seppur aperto al progresso della tecnica e della scienza in un settore economico che aveva raggiunto una certa rilevanza nello Stato borbonico.

Dalla mietitura del grano alla coltivazione degli ulivi e della vigna: è il mondo rurale di Cavallaro, analizzato in queste pagine da Alfio Grasso con puntigliosi riferimenti storici, socio-economici e letterari.

Col suo dialetto verseggiato, con quella libertà di espressioni, figure e atteggiamenti, con quegli impeti di abbandono, di follie e di pittoresco, Cavallaro ci seduce e ci immerge in un mondo surreale. La sua poesia, in un passato non lontano, correva sulla bocca di tutti. Era ed è poesia degli umili. Un lascito prezioso per la cultura siciliana.


Formato 13,50 x 21 cm / 124 pagine con disegni

12,00 euro

Il libro si può acquistare a Biancavilla presso

Edicola Verzì – Edicola Atanasio – Copisteria Callicari

Per ricevere il volume comodamente a casa

(con spedizione GRATIS in Italia)


Scegli la spedizione




ALFIO LANAIA

Di cu ti dìciunu?

Dizionario dei soprannomi a Biancavilla

 

Di cu ti dìciunu? È un’espressione che spesso ci si sentiva rivolgere da chi voleva capire a quale famiglia si appartenesse.

Ebbene sì, prima ancora di chiedere il cognome (comu ti scrivi?), si faceva riferimento al soprannome per potere individuare l’ambito di parentela.

Succedeva in comunità ristrette, in cui gli appellativi di famiglia erano più “utili” dei dati anagrafici. Come a Biancavilla, dove la prassi resiste ancora oggi, seppure soltanto tra gli anziani.

Questa ricerca di Alfio Lanaia registra circa 1200 soprannomi (personali e di casato) relativi al centro etneo. Per ognuno di essi, quando possibile, vengono indicati significato e ipotesi sull’origine.

Ne viene fuori uno studio di antroponimia svolto con rigore accademico e metodo scientifico, capace di costituire pure un contributo – notevole ed originale – al recupero della memoria storica popolare e dell’identità culturale biancavillese.


Formato 12 x 16,50 cm / 168 pagine con illustrazioni

8,00 euro

Il libro si può acquistare a Biancavilla presso

Edicola Verzì – Edicola Atanasio – Copisteria Callicari

Per ricevere il volume comodamente a casa

(con spedizione GRATIS in Italia)


Scegli la spedizione




Per richieste e informazioni

Casella vocale 095-8997687       info@nerosubianco.org

CONTATTACI su WHATSAPP 373.5317179

SEGUICI sulla PAGINA FACEBOOK

SCRIVICI su MESSENGER