Connettiti con

Politica

Antonio Bonanno proclamato sindaco, citando San Francesco (anzi Meloni)

A Villa delle Favare cerimonia con il magistrato che ha presieduto l’Ufficio elettorale centrale

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Passaggio rituale in coda alle operazioni elettorali che hanno visto la vittoria di Antonio Bonanno a sindaco di Biancavilla. A Villa delle Favare, l’esponente di Fratelli d’Italia è stato formalmente proclamato primo cittadino dall’Ufficio elettorale centrale, presieduto dal magistrato del Tribunale di Catania, Maria Mottese.

Dal verbale, l’esatto esito dei voti: 10.874 per Bonanno e 2.706 per lo sfidante Andrea Ingiulla. Dati riveduti e leggermente corretti, a favore del candidato del Partito Democratico, rispetto a quelli forniti nell’immediatezza dello spoglio.

Comincia così il secondo mandato di Bonanno. Nel suo intervento, una serie di ringraziamenti (compresi quelli rivolti agli avversari politici). «La mia sarà un’amministrazione aperta alla città, anche alla minoranza», ha detto, indossando la fascia tricolore. Dalla sua parte ha una coalizione che in Consiglio Comunale potrà contare su 15 dei 16 consiglieri comunali. «La sfida – ha detto Bonanno – sarà mantenere questa coalizione forte ed assicurare continuità anche in futuro».

Il primo cittadino ha sottolineato di avere vinto «con correttezza e serietà, parlando solo della città». E infine, ha chiuso con una citazione: «Tu comincia a fare quello che è necessario, poi quello che è possibile. Alla fine, ti scoprirai a fare l’impossibile». Sono le stesse parole pronunciate da Giorgia Meloni nella notte della sua vittoria elettorale. Frasi erroneamente attribuite a San Francesco sia dall’attuale premier che dal sindaco. 

Questioni filologiche a parte, domani si procederà alla formale nomina degli assessori designati in campagna elettorale e al contestuale giuramento. Sono Vincenzo Randazzo, Martina Salvà e Vincenzo Giardina. Si attenda ora la proclamazione formale dei 16 consiglieri comunali eletti con il riporto dei voti esatti. L’insediamento della nuova assemblea cittadina si prevede tra qualche mese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA   

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Carmelo Salamone, nuovo direttore amministrativo al Comune di Biancavilla

È vincitore di concorso, formalizzata la sua assunzione: lavorerà allo Sportello per le Attività produttive

Pubblicato

il

Firma del contratto, lunedì si comincia. Il dott. Carmelo Salamone, 36 anni, è il nuovo istruttore direttivo amministrativo del Comune di Biancavilla. Salamone, biancavillese, laureato in Giurisprudenza, è il vincitore del concorso il cui iter si è concluso il 18 marzo scorso. Andrà a rafforzare la squadra di lavoro amministrativa. Lavorerà allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), il soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che hanno ad oggetto l’esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi.

Il nuovo assunto darà manforte allo SUAP del Comune di Biancavilla al centro di una profonda trasformazione. Sta per partire, infatti, lo SUAP ONLINE, piattaforma digitalizzata per l’accoglimento di istanze, domande, richieste, SCIA, comunicazioni e ogni altra procedura autorizzatoria o comunicativa.

«Al dott. Salamone – afferma il sindaco Antonio Bonanno – ho augurato buon lavoro. Sono certo che darà un contributo di qualità ed efficienza alla macchina amministrativa. La sua assunzione è stata resa possibile dall’apertura dei concorsi che ha permesso al nostro Comune di aprire a nuove forze in sostituzione dei professionisti andati in pensione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti