Connettiti con

Politica

Una piscina semi olimpionica che fa esultare la Federazione Italiana Nuoto

Sergio Parisi, presidente del Comitato regionale: «Un progetto bellissimo, passerete alla storia»

Pubblicato

il

«La realizzazione di una piscina comunale a Biancavilla è un progetto bellissimo. Passerete alla storia per una realizzazione del genere».

Le parole del presidente del Comitato regionale della Federazione Italiana Nuoto, Sergio Parisi, danno l’esatta dimensione dell’obiettivo che l’amministrazione comunale ha posto davanti a sé e che, a piccoli passi, si sta raggiungendo.

Nell’aula “Caruso” del Comune, è stato presentato il progetto di massima dell’impianto natatorio che sorgerà nei pressi dello stadio comunale, dove è tornato a essere attivo anche un nuovo campo di pallacanestro. Assieme al sindaco Antonio Bonanno e all’assessore allo Sport Salvo Di Marzo, presenti all’incontro il progettista Vanghelis Raftopoulos e il presidente del Comitato regionale della Federazione Italiana Nuoto, Sergio Parisi.

Una piscina semi olimpionica a Biancavilla

Il progetto, scelto dall’amministrazione a seguito di un concorso di idee, prevede la realizzazione di una struttura che si sviluppa su due livelli fuori terra, composta prevalentemente da due corpi con coperture a falda realizzate con struttura portante in ferro. In uno di essi sorgerà una piscina semi-olimpionica “vasca corta” (dimensioni 25,00 x 12,00) profonda 2,12 mt (secondo gli standard della Fédération Internationale de Natation) e con una larghezza di 2,00 mt per corsia e sei blocchi di partenza regolamentari.

È prevista anche una vasca più piccola per bambini e anziani di 10 mt per 6 e profonda 1,00. Oltre a una scaletta metallica per l’accesso, è prevista anche l’istallazione di un “aquatic-lift” (sollevatore) per le persone con disabilita motorie: lo strumento permette, con una rotazione di 360 gradi e con l’ausilio di un braccio meccanico, l’accesso dentro la vasca a persone con gravi capacita motorie.

L’impianto sarà dotato di una palestra (al primo piano) composta da un’area indoor e da una outdoor. Le grandi pareti in vetro permettono di vedere l’interno della palestra, da una parte, e le “tribune” della piscina, dall’altra. Sulla copertura della piscina assieme ai panelli fotovoltaici saranno posizionate 21 finestre  (tipo “velux”) apribili, per un totale di circa 75 mq. di superficie finestrata.

Ed ora pure un Palazzetto dello Sport

«È una struttura moderna ed ecosostenibile – sottolinea l’assessore allo Sport, Di Marzo – la cui realizzazione colmerà un vuoto per gli sportivi e, in particolare, per gli appassionati di nuoto. Finalmente la città di Biancavilla avrà la sua piscina. È un “dono” straordinario per tutte le famiglie e per i giovani e bambini. Accanto alla piscina sarà realizzata anche una palestra per allargare ancora di più la fruibilità della struttura».

«Il sindaco di Biancavilla – osserva il presidente Parisi – ha lavorato tantissimo perché questo sogno della piscina a Biancavilla possa tradursi presto in realtà. Una volta realizzata, qui organizzeremo manifestazioni che valorizzino ancora di più la struttura».

«Il progetto della piscina – sottolinea il sindaco Bonanno – si inserisce nel piano di rigenerazione urbana della città il cui progetto per quasi 4 milioni sarà presentato nei prossimi giorni. A causa della mancanza di strutture sportive, Biancavilla ha registrato negli anni un numero limitato di società sportive. Poniamo rimedio a questa mancanza con un campo di basket già inaugurato, con il progetto della piscina e con un nuovo Palazzetto dello Sport i cui dettagli saranno annunciati a breve».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Carenza idrica, riunione d’urgenza a Biancavilla: stanziati 85mila euro

Disservizi in varie zone: sopralluogo nei pressi di viale dei Fiori, dove i disagi sono più marcati

Pubblicato

il

A Biancavilla, come nel resto della Sicilia, si registra una carenza idrica che sta portando una serie di disservizi in viarie zone. L’abbassamento delle falde nei tre pozzi cittadini ha prodotto un calo di circa 13 litri al secondo. Per affrontare e risolvere i disagi, l’amministrazione comunale ha stanziato 85mila euro da utilizzare per la manutenzione straordinaria dei pozzi.

Una riunione convocata d’urgenza dal sindaco Antonio Bonanno ha chiamato al palazzo comunale gli assessori Vincenzo Giardina e Mario Amato. Con loro anche il capo area del settore, il responsabile della Protezione Civile del Comune e i fontanieri comunali.

«Grazie alle risorse messe in campo – dice Bonanno – provvederemo a spurgare i pozzi e ad attuare interventi migliorativi che ci permettano di recuperare l’acqua perduta e tornare ai normali livelli di erogazione. Nel frattempo abbiamo attivato la Protezione Civile per mettere sin da subito a disposizione dei cittadini un’autobotte per il rifornimento delle abitazioni rimaste all’ascolto. Un’autobotte comunale – lo ricordo – è attiva da giorni».

Un sopralluogo del primo cittadino e dell’assessore Giardina è stato effettuato nella zona di Viale dei Fiori, dove l’erogazione idrica, in maniera più marcata rispetto ad altre aree cittadine, si muove a macchia di leopardo. In altre zone sono state riscontrate delle perdite in corso di riparazione.

Un’emergenza siciliana

«Va da sé che a nessuno di noi sfuggono le dimensioni della crisi idrica in atto, fenomeno di vasta portata che ha indotto il presidente della Regione Siciliana Schifani a chiedere lo stato di emergenza e a invitare tutti i siciliani a un utilizzo razionale della risorsa acqua. Sulla scorta di queste sollecitazioni, anche il Comune di Biancavilla – sottolinea Bonanno – emanerà nei prossimi giorni una serie di direttive affinché nessuno sciupi l’acqua che ha a disposizione». 

Le ditte che dovranno eseguire i lavori di manutenzione straordinaria sono già stata incaricate. Nei prossimi giorni i cittadini saranno avvertiti in tempo utile quando l’erogazione dai pozzi sarà interrotta per consentire gli interventi.

«Rivolgo sin d’ora un appello a tutti i biancavillesi a razionalizzare l’acqua. Sappiate – conclude il sindaco – che alla questione idrica la mia amministrazione sta dando priorità assoluta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti