Connettiti con

Fuori città

Salute mentale, utenti alla scoperta dell’Etna e degli antichi usi contadini

Pubblicato

il

salute-mentale-utenti-al-parco-delletna

Nell’ambito del progetto di conoscenza e valorizzazione del territorio, il Distretto di Salute Mentale di Adrano, diretto dal dott. Daniele Aidala,  in collaborazione con la Comunità terapeutica “Cenacolo Cristo Re” di Biancavilla, ha organizzato una visita in territorio di Nicolosi.

Accompagnati dal pedagogista Salvuccio Furnari, dall’asistente sociale Anna Manitta, dalla psichiatra Elisa Ciccarelli e dagli educatori Palmina Strano, Lina Maglia e Filadelfio Grasso,  gli utenti hanno visitato il Museo della civiltà contadina, realizzato per mostrare usi, costumi e oggetti della vecchia vita contadina dell’area etnea. In tali locali sono stati ricreati ambienti di vita del passato: ‘u cammaruni (la stanza da letto), ‘a ispenza, ‘a cucina, ‘u ritiru (un piccolo locale per i servizi igienici) ecc. dove sono esposti anche mobili, oggetti, arnesi e utensili di una volta, suscitando in qualcuno dei visitatori antichi ricordi di famiglia, subito condivisi con il gruppo.

Altra tappa è stata la sede del Parco dell’Etna, dove gli utenti sono stati condotti in una passeggiata presso i viali e i luoghi del Parco. Ad accogliere il gruppo, il dott. Francesco Pennisi e il dott. Gaetano Perricone, che hanno illustrato l’organizzazione dell’ente, i fini e la sua storia, avvalendosi anche dell’ausilio di un appassionante video, utilizzato anche come spot per il recente inserimento del territorio etneo nel patrimonio dell’Unesco.

Dall’antico vialetto in pietra lavica e attraverso un’affascinante arco, hanno condotto il gruppo prima nella zona antistante il monastero, caratterizzata dalla presenza della cisterna “a quattro bocche”, ancora oggi attiva con i suoi quattro pozzi, e poi lungo il sentiero del Germoplasma (una grande area, di circa tre ettari che raccoglie tutto il patrimonio genetico vegetale etneo).

Il vulcanologo Salvo Caffo ha illustrato, poi, all’interno di quella che si presume sia stata una volta la cantina del monastero, l’area museale vulcanologica con le caratteristiche fondamentali dell’Etna: la storia geologica, le grotte, le colate laviche, le “bombe vulcaniche”. Notevole anche, negli stessi locali, la ricostruzione del mondo rurale etneo.

I partecipanti hanno apprezzato l’iniziativa, manifestando interesse e coinvolgimento e dimostrando come eventi simili abbiano un notevole aspetto educativo, socializzante e riabilitante.

Un momento di convivialità nell’area esterna adiacente la sede, a contatto con la natura e la vegetazione etnea, ha fatto da cornice alla colazione a sacco che ha concluso la visita.

salute-mentale-utenti-al-parco-delletna2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Fuori città

“Non solo danza”, premiate le ballerine della palestra Etna Taekwondo

La realtà associazionistica biancavillese insignita ad Augusta anche del prestigioso “Elite Award”

Pubblicato

il

Il gruppo di danza della palestra “Etna Taekwondo Biancavilla” ha brillato al concorso “Non Solo Danza” ad Augusta, dimostrando dedizione e passione per l’arte della danza. Le giovani ballerine hanno conquistato risultati eccezionali, portando a casa non solo riconoscimenti sul podio, ma anche borse di studio e premi speciali.

La palestra stessa insignita, inoltre, del prestigioso “Elite Award”: un riconoscimento che sottolinea l’impegno e la crescita costante della danza presso la “Etna Taekwondo”. La maestra Elisa Laudani si dice soddisfatta dei risultati ottenuti, rimarcando che il percorso di crescita è iniziato soltanto due anni fa. Rivolgendosi alle sue allieve, ha sottolineato l’importanza dello spirito di sacrificio e dell’amore per la danza per raggiungere livelli elevati.

I risultati ottenuti parlano da soli: Angelica Salvà Gagliolo si è classificata al secondo posto, seguita da Azzurra Battiato, Domiziana Floresta e Arianna Bonaccorso, tutte al terzo posto. Giorgia Lavenia ha raggiunto il quarto posto nella propria categoria. Il successo di ognuna di loro è ancora più straordinario se si considera la competizione accesa di fronte a una giuria composta da rinomati ballerini e coreografi, tra cui Amilcar Moret Gonzalez, noto ballerino di “Amici”, ed Ester Parisi.

Dalla palestra biancavillese non sono mancati i «complimenti a tutte le ballerine per le performance e per aver rappresentato con maestria la palestra Etna Taekwondo Biancavilla. La crescita e il successo della squadra sono un segno tangibile del talento e dell’impegno presenti all’interno della comunità di Biancavilla».

RIPRODUZIONE RISERVATA 

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti