Connettiti con

Politica

Consiglieri pronti all’esordio: il 29 giugno la seduta di insediamento

Convocazione firmata dal presidente uscente Fabrizio Portale per la prima riunione

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

C’è la data: giovedì 29 giugno, alle ore 20.30. Il Consiglio Comunale di Biancavilla, espressione del voto amministrativo del 28-29 maggio, è chiamato per il suo insediamento. A firmare la convocazione e a stilare l’ordine del giorno è stato il presidente uscente Fabrizio Portale.

I consiglieri neo eletti – 15 componenti della maggioranza del sindaco Antonio Bonanno e 1 dell’opposizione – dovranno prestare il loro giuramento. A seguire, l’esame delle condizioni di eleggibilità e delle cause di incompatibilità. La seduta, che sarà guidata da Vincenzo Mignemi in quanto consigliere con il maggior numero di voti (pari a 829), dovrà eleggere il presidente ed il suo vice. Solo dopo si passerà al giuramento del sindaco Bonanno. Da comporre, infine, le commissioni consiliari.

La convocazione della nuova assemblea cittadina segue di qualche giorno la proclamazione ufficiale degli eletti.

A sostegno del primo cittadino siederanno Vincenzo Amato, Martina Salvà e Rosanna Bonanno (Biancavilla che lavora), Vincenzo Mignemi e Silvana Laudani (Prima l’Italia), Dino Caporlingua e Fabio Diolosà (Fratelli d’Italia), Salvo Pulvirenti e Francesco Battiato (Biancavilla in azione), Vincenzo Giardina e Giorgia Pennisi (Biancavilla mi piace), Marco Cantarella e Martina Paternò (Energie per Biancavilla), Luigi D’Asero (Movimento per l’autonomia), Fabrizio Portale (Noi per Biancavilla). Nei banchi della minoranza siederà soltanto Melissa Pappalardo, unica eletta nel Partito Democratico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Politica

“Ultimo atto”, plauso di Fratelli d’Italia ai carabinieri per il blitz antimafia

Intervento del coordinamento provinciale e cittadino dopo l’operazione contro il clan Mancari

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Il Coordinamento provinciale catanese di Fratelli d’Italia, Dipartimento Legalità e Sicurezza, plaude all’operazione “Ultimo atto”, che ha falciato il clan di Biancavilla. E si compiace con i militari dell’Arma, attraverso una nota stampa.

«L’Arma dei Carabinieri del Comando Provinciale di Catania, con le sue compagnie poste a capillare presidio di tutto il territorio, si riconferma – si legge – un insostituibile volano di legalità. Volano che, sempre più, fornisce risposte concrete e incisive alla richiesta di sicurezza che perviene dalla collettività».

«L’effettuazione su larga scala delle attività di ricerca dei catturandi ed esecuzione delle misure restrittive a loro carico, sono state espletate mediante il supporto della Compagnia di Intervento Operativo del XII Reggimento “Sicilia”, dello Squadrone Eliportato “Cacciatori Sicilia”, nonché dei Nuclei Elicotteri e Cinofili», sottolinea il partito di Giorgia Meloni.

×Quei reparti di cui – prosegue la nota – a motivo dell’elevata professionalità che li caratterizza, Fratelli d’Italia ha in diverse circostanze auspicato l’impiego sul territorio. Impiego che si spera possa essere esteso nel più breve tempo possibile, a seguito della richiesta dei competenti organi, anche alle attività preventive, per come è già accaduto a Caivano».

A poche ore dal blitz erano intervenuti già il coordinamento cittadino e il gruppo consiliare di Fdl. «Sentiamo il dovere di esprimere le più sentite congratulazioni alle forze dell’ordine che ancora una volta hanno dato dimostrazione di efficienza e competenza nell’ambito dell’operazione antimafia portata a termine nel nostro territorio”. Queste le parole di Angelo D’Urso e del consigliere Dino Caporlingua. Dal canto suo, il sindaco Antonio Bonanno, congratulandosi con i carabinieri, ha annunciato che il Comune si costituira parte civile nel processo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, "Biancavilla Oggi" non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili.