Connettiti con

Cronaca

Minorenne in scooter senza patente, quasi 7mila euro di sanzioni al padre

Controlli a Biancavilla da parte della polizia di Adrano: il motociclo era anche senza assicurazione

Pubblicato

il

In giro, a Biancavilla, alla guida di un motociclo. Peccato che il conducente fosse un ragazzo minorenne, sprovvisto di patente (non avendola mai conseguita). Non solo: il mezzo non aveva alcuna copertura assicurativa ed era sprovvisto della revisione.

Il ragazzo è incappato in un servizio di controllo del territorio finalizzato anche alla vigilanza sulla corretta osservanza delle norme del Codice della Strada. Così, agenti del Commissariato di Adrano lo hanno fermato e sottoposto a controllo.

A causa della sua minore età, le infrazioni al Codice della Strada sono state contestate all’esercente la responsabilità genitoriale, appositamente convocato. A lui, pertanto, sono state comminate sanzioni amministrative per un ammontare di 6.709,00 euro, mentre il motociclo è stato sequestrato e affidato in giudiziale custodia allo stesso proprietario che dovrà tenerlo a disposizione dell’Autorità amministrativa per tutta la durata del provvedimento.

Analoghi controlli e analoghe sanzioni, sempre da parte della polizia di Adrano, hanno portato qualche giorno fa a Biancavilla a fermare un giovane, sprovvisto di patente, alla guida di un’auto. Il mezzo era senza assicurazione e revisione. È scattata quindi la maxi sanzione di oltre 6mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Cronaca

Omicidio a Biancavilla: la vittima è Antonio Andolfi di appena 20 anni

C’è un fermo da parte dei carabinieri, il movente sarebbe legato a “questioni di pascolo”

Pubblicato

il

Un giovane di Biancavilla, Antonio Andolfi, di appena 20 anni, compiuti lo scorso 15 luglio, è morto a seguito di ferite da arma da fuoco.

Già fermato il presunto omicida: si tratta di un pastore. Il movente, secondo fonti investigative, sarebbe legato a «questioni di pascolo». La pista seguita dai militari quindi è quella della sfera personale, escludendo collegamenti con la criminalità organizzata.

Conoscenti avrebbero trasportato la vittima al pronto soccorso dell’ospedale “Maria Santissima Addolorata”, ma non c’è stato nulla da fare. Il giovane era già morto durante il tragitto.

Sul fatto, indagano i carabinieri della compagnia di Paternò e della stazione di Biancavilla. I militari hanno già ricostruito le fasi di quanto accaduto. Per il presunto omicida si attende la convalida del fermo da parte del Gip.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti