Connettiti con

Cronaca

In 5 tentano di rubare in un ex hotel: c’è pure un biancavillese tra i denunciati

Inutile fuga: gruppo di malviventi bloccato dai carabinieri in un ex hotel di Gravina di Catania

Pubblicato

il

C’è anche un 35enne di Biancavilla tra le cinque persone denunciate a piede libero dai carabinieri per tentato furto e violazione di domicilio. Il fatto è accaduto a Gravina di Catania. In un hotel – al momento in disuso – è scattato l’allarme del sistema anti intrusione. Un incaricato di una società di vigilanza privata ha notato, dai sistemi di videosorveglianza, la presenza di uomini all’interno dei locali.

La guardia giurata ha così chiamato subito il 112. Immediato l’intervento dei militari, che hanno notato due malviventi scappare, scavalcando il muro di recinsione. Convinti che comunque nell’ex complesso turistico potessero essere ancora presenti dei complici, i carabinieri si sono avvicinati all’edificio in maniera circospetta, avvertendo rumori provenienti dall’interno.

Cinturata l’area nell’attesa dell’arrivo di altri colleghi, non appena sopraggiunti è scattato il blitz. Fatta irruzione nell’edificio, le pattuglie hanno individuato e bloccato tre uomini. I militari hanno poi proceduto ad ispezionare tutta l’area. Individuate le due autovetture a bordo delle quali il gruppo aveva raggiunto il posto: un’Alfa Romeo 147 ed una Peugeot 206. Recuperati al loro interno non solo vari arnesi idonei allo scasso, ma anche documenti e oggetti personali.

Grazie a questi ultimi preziosi elementi, i carabinieri hanno rintracciato in pochissimo tempo i due che si erano dati alla fuga. Oltre all’uomo di Biancavilla, il gruppo era composto da un 20enne di Trecastagni e tre brotesi (un 35enne e gli altri due di 23 anni). Il biancavillese e il 35enne di Bronte sono già noti alle forze dell’ordine per reati analoghi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Cronaca

Olio esausto all’ingresso dei seggi elettorali del plesso “Don Bosco”

Gesto vandalico o di protesta? Presidenti e scrutatori hanno dovuto attendere la pulizia del luogo

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Olio esausto sparso sulla porta e i gradini d’ingresso di uno degli edifici del plesso elementare “Don Bosco” del quartiere Cicalisi, a Biancavilla. La sostanza e la bottiglia in plastica che la conteneva sono state trovate nel padiglione B che ospitano le sezioni 16 e 17.

I presidenti e scrutatori, impegnati nelle operazioni per queste elezioni europee, avrebbero dovuto procedere con i consueti preparativi per la costituzione dei seggi. Ma non è stato possibile accedere ai locali. I funzionari del Comune hanno dovuto chiamare una ditta specializzata perché pulisse l’area.

Il fatto sarebbe accaduto con ogni probabilità questa notte. Sul gesto intenzionale non ci sono dubbi. Si tratta di capire il valore: azione vandalica o gesto politico di protesta? Certo è che chi l’ha compito ha scavalcato la recinzione del plesso scolastico (appartenente al Primo circolo didattico) per poi gettare la sostanza oleosa e lasciando a terra la bottiglia. Sul posto, è intervenuta una pattuglia della polizia locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti