Connettiti con

Cronaca

Per le strade di Biancavilla con 574 Cd e Dvd falsi: denunciato dai carabinieri

Una seconda denuncia è scattata per allaccio abusivo alla rete elettrica con un danno di 3mila euro

Pubblicato

il

I carabinieri della stazione di Biancavilla, supportati dai colleghi della Radiomobile della Compagnia di Paternò, hanno svolto un servizio coordinato volto a reprimere il commercio di prodotti falsificati e gli allacci abusivi alla rete elettrica.

I militari hanno denunciato un 35enne di Adrano, con precedenti di polizia, per introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi. Deve rispondere anche di reati sulla protezione del diritto d’autore.

L’uomo, per le strade di Biancavilla, vendeva CD e Dvd contraffatti. Ne aveva 574: CD di musica neomelodica e varie compilaton e Dvd di film attualmente al cinema o disponibili solo sulle pay tv.

I controlli si sono, poi, concentrati al contrasto della manomissione dei contatori Enel. I carabinieri, coadiuvati da personale specializzato Enel, hanno denunciato per furto aggravato una 35enne di Biancavilla, che aveva effettuato un allaccio diretto alla rete elettrica, causando un danno di circa 3mila euro alla società. In totale sono stati controllati 18 contatori Enel e identificate 26 persone presenti sui luoghi degli accertamenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Cronaca

Da una cicca di sigaretta all’incendio, soccorse due ragazze a Biancavilla

Intervento dei vigili del fuoco in un’abitazione di via Greco Sicula, nel quartiere “Cristo Re”

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Una sigaretta che si pensava spenta nel posacenere finisce nella spazzatura, posta in sacchetti sul balcone, al primo piano di un’abitazione. Qualche minuto e si sprigionano fiamme e fumo. È accaduto in via Greco Sicula, a Biancavilla, nel quartiere della parrocchia Cristo Re.

Sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Adrano, che hanno messo in sicurezza i luoghi. Sul posto anche agenti della polizia locale.

Un’ambulanza del 118 con medico a bordo è stata chiamata per dare soccorso a due sorelle di 11 e 14 anni, le uniche che erano in casa. Avevano respirato i fumi e per precauzione si è preferito sottoporle all’esame medico. Per loro, comunque, nulla di grave. Non è stato necessario il trasporto al pronto soccorso dell’ospedale “Maria Santissima Addolorata”.

Quanto alla casa, al di là dei luoghi anneriti dal fumo, per fortuna resta agibile e quindi abitabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti