Connettiti con

Associazionismo

Il Lions club in “tour” natalizio tra le parrocchie con pacchi alimentari

Gesto di solidarietà che ha coinvolto Biancavilla, Adrano e Bronte, a favore delle famiglie in difficoltà

Pubblicato

il

“Condividere il cibo è un atto d’amore”. È il nome del progetto attuato dal Lions club Adrano, Bronte, Biancavilla nei tre comuni etnei, in vista del Natale. Un’iniziativa di solidarietà che l’associazione ha voluto rivolgere a parrocchie ed enti religiosi e caritativi.

Una rappresentanza di soci e socie del club è stata impegnata in un vero e proprio “tour”, che ha consentito di incontrare parroci, responsabili Caritas e rappresentanti di istituzioni religiose. Ad ognuno sono stati lasciati pacchi con generi alimentari di prima necessità e dolci tipici natalizi. Tutto da destinare a famiglie bisognose presenti nel comprensorio.

A Biancavilla, in particolare, le donazioni sono state effettuate a favore delle parrocchie della chiesa madre, dell’Annunziata, dell’Idria, del Santissimo Salvatore, di Cristo Re, del Sacro Cuore e anche del convento “San Francesco”, dell’Istituto di suore salesiane “Maria Ausiliatrice” e del monastero “Santa Chiara”.

L’attività è stata coordinata dal presidente Lions, Grazia Liotta, affiancata dal coordinatore dei service, Salvuccio Furnari, dal segretario Maria Teresa Mazza, con il coinvolgimento di diversi soci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Associazionismo

Nonostante l’emergenza Covid, il cuore dell’Avis batte forte: donazioni record

Infranto il muro dell’indifferenza: obiettivo che fin dall’insediamento si era dato il presidente Cantarella

Pubblicato

il

di VITTORIO FIORENZA

Ancora un altro record di solidarietà viene raggiunto dalla sezione “Nino Tropea” dell’Avis di Biancavilla. Mai un traguardo simile prima di ora.

Nell’ultima giornata di raccolta di sacche di sangue del 2020, i volontari dell’associazione biancavillese fanno sapere di avere accolto 48 donazioni. Un grandissimo numero che porta la sacche raccolte in tutto l’anno a 485. Rispetto all’impegno dimostrato anno scorso si registra così un incremento di 80 unità.

«Oggi abbiamo concluso l’anno alla grande», esultano i soci Avis, realtà associativa presieduta da Fulvio Cantarella, che fin dal suo insediamento ha subito puntato sui giovani per diffondere la cultura della solidarietà e dell’altruismo.

Un’azione tesa ad «aprire una falla nel muro dell’indifferenza», ci aveva spiegato Cantarella. E a considerare dai numeri, sembra proprio che il cuore solidale abbia pulsato più forte di quello dell’insensibilità o del cinismo.

Il record storico raggiunto dall’Avis di Biancavilla ha un valore maggiore, se si considera il periodo di emergenza legata all’epidemia Covid, che ha costretto alla raccolta di sangue in condizioni di sicurezza ancora più stringenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili