Connettiti con

Associazionismo

“SiciliAntica” con sguardo al futuro: «Recupereremo un mulino ad acqua»

Rinnovato il Direttivo con Enzo Meccia riconfermato presidente per il prossimo triennio

Pubblicato

il

La sezione di Biancavilla dell’associazione SiciliAntica rinnova il proprio direttivo, confermando alla sua guida il presidente Enzo Meccia. Le elezioni delle cariche intente, tenutesi nella sede di piazza San Francesco, hanno indicato Nunzio Sergi (vice presidente), Rosalba Origlio (tesoriere), Elsa Vittoria Sangiorgio (segretaria) e Sabrina Portale (responsabile giovani). 

«La riconferma a presidente, per me sarà un nuovo e stimolante motivo –ha detto Meccia– per dedicare sempre più tempo ed impegno a questa gloriosa associazione».

Una realtà associativa, quella di SiciliAntica di Biancavilla, particolarmente attiva e che conta oggi 25 soci (quadruplicati rispetto alla costituzione della sezione locale nel 2019).

«Stiamo organizzando –anticipa il presidente Meccia– un convegno sulle grotte laviche del territorio di Adrano e Bisncavilla con l’ex soprintendente di Catania, prof.ssa Rosalba Panvini ed altri studiosi. C’è in progetto, inoltre, il ripristino di almeno uno dei mulini ad acqua (tramite il Comune)». Un progetto di recupero che, già nel 2014, era stato sollecitato da queste pagine. Con l’auspicio di un intervento per arginare il degrado e l’incuria su importanti testimonianze del nostro passato.

Alla scoperta di luoghi e storie

Diverse le iniziative promosse con passione e partecipazione. Nel triennio 2019-2021, da citare le visite ai mulini ad acqua di Biancavilla, ai cippi di confine tra Adrano e Biancavilla e tra il Comune di Biancavilla e Marchesa Agata Del Bosco coniugata Pietro Ugo delle Favare. E poi escursioni a Castiglione di Sicilia con visita dei palmenti rupestri, del castello e della Valle dell’Alcantara.

I soci coinvolti in tour dei ponti dei Saraceni e della Cantera, oltre a visite a Carcaci, Centuripe, Riparo Cassataro, il lago Gurrida presso Randazzo. E ancora a Santa Maria di Licodia con l’abbazia, il lavatoio, la fontana dei cherubini, la “pietra perciata”. Altre visite hanno riguardato Catania, presso il teatro greco-romano, il duomo, il monastero dei benedettini, le terme della rotonda, il castello Ursino.

Rientrano in questo nuovo triennio sociale, le visite alle salinelle di Paternò, al castello di Motta Sant’Anastasia, ancora Catania, Troina, Nicosia, Enna e dopo Agrigento. A breve, visita a Lentini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Associazionismo

Euromed, intesa tra Comune e Fidapa su pari opportunità e parità di genere

Una “triplice alleanza” per una comunità più civile, sviluppata, dignitosa e contro le diseguaglianze

Pubblicato

il

Un accordo tra l’assessore alle Pari opportunità, Giorgia Pennisi, il presidente del Consiglio Comunale, Martina Salvà, e la presidente della Fidapa Adrano-Biancavilla, Graziella Milazzo. Un’intesa per il rispetto della “Carta Euro-Mediterranea per l’uguaglianza tra Donne e Uomini nella Vita Locale”. Uno strumento che ribadisce uno dei diritti fondamentali degli esseri umani. E che fornisce alle autorità locali delle linee guida etiche e alle popolazioni locali un mezzo perché i diritti di eguaglianza non vengano disattesi. 

«Le iniziative a favore della parità di genere – osserva l’assessore Pennisi – assumono un ruolo fondamentale oggi come non mai al fine di combattere la discriminazione delle donne sia nella sfera pubblica che in quella privata. La collaborazione con l’associazione Fidapa rappresenta dunque un’indispensabile risorsa per la creazione di strategie e di progetti. Siamo fiduciosi che l’azione sinergica tra amministrazione e associazioni possa portare al raggiungimento, passo dopo passo, di obiettivi che rendano la nostra società sempre più civile, sviluppata ed equa».          

«Noi autorità locali, in qualità di governo più vicino al cittadino – spiega il presidente Salvà – possiamo avere un ruolo primario nel combattere e sradicare le diseguaglianze. E nel costruire una società più giusta e dignitosa. Tutto questo anche attraverso la cooperazione con gli attori locali della società civile, incluse le associazioni, come la Fidapa del distretto Adrano-Biancavilla, e le Ong».

«Fidapa – sottolinea la presidente Graziella Milazzo – è orgogliosa che il Comune di Biancavilla, su nostro input, abbia aderito al progetto della Carta Euro-Mediterranea. Un progetto che si occupa di pari opportunità e parità di genere. Ma ora bisogna mettersi all’opera affinché i principi e le iniziative proposte da Euromed possano essere portati avanti all’interno della nostra comunità. Per quanto ci riguarda stiamo progettando un insieme di iniziative che possano coinvolgere le scuole».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili