Connettiti con

Politica

Mario Finocchiaro, il biancavillese che Mattarella ha nominato commendatore

Dal marzo 2020 è questore di Catanzaro: conferitagli l’onorificenza “Al merito della Repubblica Italiana”

Pubblicato

il

Mario Finocchiaro, originario di Biancavilla, è stato nominato commendatore dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Un’alta onorificenza riservata annualmente dal Capo dello Stato per cittadini che si sono distinti in ambito sociale, culturale o professionale.

Finocchiaro, 64enne, laureato in Giurisprudenza, è dirigente generale di pubblica sicurezza. Allo stato attuale ricopre l’incarico di questore a Catanzaro. Un ruolo assunto nel marzo 2020. In precedenza era stato questore a Perugia e a Crotone, oltre ad avere lavorato a Palermo, Enna, Agrigento, Messina e Cosenza.

Il diploma di onorificenza dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana” gli è stato consegnato a Catania dal prefetto Maria Carmela Librizzi.

Nel corso della sobria cerimonia sono stati insigniti altri siciliani, inseriti –come Finocchiaro– nel decreto del Presidente della Repubblica del 27 dicembre 2020 per essersi distinti per meriti verso la Nazione.

La manifestazione, nell’ambito delle celebrazioni del 75° Anniversario della Proclamazione della Repubblica, si è svolta presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli Studi di Catania.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Biancavilla in balìa dell’Acoset: acqua ridotta, disservizi in vari quartieri

L’azienda riduce di 6 litri al secondo la consueta erogazione, il sindaco Bonanno si rivolge al prefetto

Pubblicato

il

L’Acoset ha ridotto l’erogazione idrica a Biancavilla. Ciò sta creando disagi agli utenti che risiedono in particolare nel centro storico (non serviti dai pozzi comunali).

Il primo cittadino ha informato della situazione la Prefettura di Catania. «Pur comprendendo le difficoltà della società idrica, il sindaco Bonanno – informa una nota del Comune – ha chiesto all’Acoset di ripristinare il più presto possibile l’erogazione idrica nelle quantità necessarie al fabbisogno dei cittadini».

Secondo il Piano Regolatore delle Acque, l’Acoset è tenuta a fornire al Comune di Biancavilla (pur non facendo parte della società) 23 litri al secondo di acqua. Di solito, tuttavia, l’erogazione è stata garantita per 27-28 l/s, un quantitativo che (unito a quello dei pozzi del Comune) riesce a coprire il fabbisogno. Adesso, però, per carenza idrica ed esigenze aziendali, a Biancavilla vengono forniti 21 litri al secondo. Un quantitativo insufficiente, che è causa dei disservizi presenti in diversi quartieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti