Connettiti con

News

Mascherine e tute donate all’ospedale di Biancavilla dal comparto agrumicolo

L’iniziativa del consiglio di amministrazione del Distretto Agrumi di Sicilia interessa anche Paternò

Pubblicato

il

Scatoloni con 236 mascherine KN95 e 115 tute di bio-contenimento sono stati donati all’ospedale “Maria Santissima Addolorata” di Biancavilla e un video-laringoscopio utile per intubazioni di emergenza è stato donato all’ospedale “Santissimo Salvatore” di Paternò, grazie a fondi raccolti dal Distretto Agrumi di Sicilia fra associati, partner, aziende e professionisti della filiera agrumicola siciliana.

«La raccolta fondi – spiega la presidente Federica Argentati – ha consentito di raccogliere 13.040 euro. La destinazione è stata decisa dal Cda del Distretto Agrumi di Sicilia in considerazione delle esigenze delle strutture sanitarie del territorio. La filiera agrumicola dell’Isola, un comparto importante dell’economia siciliana, ha voluto dare il suo contributo alla Sanità siciliana in modo tale che le strutture individuate possano affrontare più serenamente e con più mezzi eventuali ulteriori emergenze. Ringraziamo tutte le aziende che hanno voluto contribuire e far presente la vicinanza del settore a chi lavora in prima linea contro l’epidemia di Covid-19».

I dispositivi di protezione personale consegnati a Biancavilla saranno destinati in particolare al personale sanitario impiegato nel Pronto Soccorso. Il video-laringoscopio è già stato consegnato all’ospedale di Paternò e adesso è in fase di collaudo. La strumentazione, di cui l’ospedale era privo, sarà utile per le eventualità necessità di intubazione d’emergenza di pazienti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Lo spartitraffico diventa “galleggiante” lungo viale dei Fiori a Biancavilla

Acquazzone d’agosto con disagi per gli automobilisti non soltanto per il consueto tratto allagato

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Solito acquazzone, solito copione lungo viale dei Fiori, a Biancavilla. Stavolta, però, con una variante, che riguarda lo spartitraffico “New Jersey” posato su un tratto di strada alcune settimane fa. Gli elementi in plastica che separano le corsie sono diventati “galleggianti” a causa del consueto accumulo di acqua piovana.

Diversi blocchi separatori sono finiti per “invadere” una delle corsie, aggiungendo ulteriore disagio agli automobilisti in transito.

La separazione “morbida” delle due corsie si lega alla presenza delle strisce pedonali rialzate. Tutto ciò -nelle intenzioni del Comune- dovrebbe favorire in maniera sensibile la riduzione della velocità dei veicoli ed escludere del tutto i salti di corsia.

Se la presenza delle “barriere” in plastica ha già evitato sorpassi azzardati, resta da risolvere l’accumulo di acqua. Un “fenomeno” presente fin dall’inaugurazione del “nuovo” viale dei Fiori, avvenuta con la passata amministrazione comunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili