Connettiti con

In città

San Placido 2021, ecco il programma: da Marco Masini a Uccio De Santis

Presentato il cartellone degli eventi per le festività patronali, allestito tramite sponsor privato

Pubblicato

il

Torna la Festa di San Placido con un programma di manifestazioni religiose e di intrattenimento improntate al “pandemicamente corretto”. In conferenza stampa, il sindaco Antonio Bonanno, il presidente del Consiglio Comunale Martina Salvà e l’assessore allo Spettacolo, Marco Cantarella, hanno presentato gli appuntamenti organizzati dal Comune.

Il programma si avvale della collaborazione di uno sponsor privato: la città, infatti, ospita il tour della Luxesco organizzato da “Primamusica”. Spettacoli e manifestazioni scandiranno fino al 6 ottobre i momenti della festa.

«Piatto forte dell’intrattenimento – sottolinea l’assessore Cantarella – è lo spettacolo previsto per il 6 ottobre “Telesiculissimi in Festival” presentato da Ruggero Sardo, nell’ambito del “Luxesco Tour”: ospite speciale il popolare cantante Marco Masini. La sera del 6 ottobre la “Vaccalluzzo Events” proporrà una serie di spettacoli piromusicali».

«Quest’anno – spiega il presidente Salvà – teniamo a battesimo per la prima volta il Premio Scanderbeg che sarà assegnato la sera del 5 ottobre a personalità locali di eccellenza nel campo dell’Arte, Cultura, Sport e Volontariato».

Sempre martedì, sul placo di Piazza Roma si esibirà il famoso comico Uccio De Santis, protagonista dello spettacolo comico “Stasera con Uccio”. Fissata per il 2 ottobre la prima Parata dell’Associazione Nazionale Bersaglieri. Domenica alle ore 18.30 la terza edizione della rievocazione storica “Arbereshe”. Alle 17 e alle 20 di domenica, nel teatro La Fenice “All about Musical”, a cura della Cgs-Life.

«Coraggio e prudenza hanno ispirato la stesura di questo programma – argomenta il sindaco Bonanno – siamo nella fase di una graduale ripresa e abbiamo raggiunto il 75% di vaccinati che ci consente di fare tutto ciò. Per la città questa è la Festa di San Placido della ripartenza: a piccoli passi tornerà la festa che conosciamo. Ringrazio lo sponsor privato che ha contribuito alla realizzazione del programma».

Tutti gli spettacoli si terranno nel rispetto delle normative anti-covid con sedie distanziate e, negli eventi che lo richiedono, con il controllo del green-pass.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Associazionismo

Il Natale dell’Accademia Universitaria Biancavillese a 10 anni dalla fondazione

A Villa delle Favare, musica e parole non potevano mancare nel consueto incontro con i soci

Pubblicato

il

Si è svolto all’insegna dell’amicizia e della ritrovata gioia della condivisione, il consueto incontro natalizio dei soci dell’Accademia Universitaria Biancavillese.

Presso il Centro culturale polivalente di Villa delle Favare, prima di dare voce ai corsisti della scrittura creativa e ai coristi della Corale polifonica, la presidente Rosa Lanza ha ringraziato i soci, gli ospiti, l’Amministrazione Comunale, e soprattutto la dirigenza e i collaboratori per l’impegno profuso all’insegna del volontariato.

Lanza ha anche condiviso una riflessione sul Natale, prendendo spunto da una delle canzoni proposte dal Coro “Gloria a Dio nell’alto dei cieli e pace agli uomini di buona volontà”: «L’incommensurabile bellezza d Gesù Bambino, Dono per l’umanità ci deve far riflettere sul ruolo dell’uomo di oggi, Uomo di buona volontà, operatore di Pace, che semina amore. Quando siamo in grado di donarci – continua la presidente –attraverso una parola affettuosa, un gesto di solidarietà verso i più deboli ed emarginati, quando con un semplice sorriso possiamo infondere speranza nuova, allora e solo allora possiamo dire di aver fatto nostro il vero spirito del Natale e veramente il Natale sarà Dono».

La serata è continuata con la visione di un filmato realizzato dai soci Pietro D’Orto e Pietro Finocchiaro (che ha anche curato il commento), per ripercorre i dieci anni di storia dell’Accademia dalla sua fondazione, nel 2010, fino ai giorni nostri.

Lo scorrere delle immagini, con tutte le attività, le gite, i saggi, le conferenze, le feste che hanno animato questi primi dieci anni hanno molto emozionato i presenti. Un tuffo nel passato, con tanti amici, relatori, attori, professionisti che hanno rallegrato, informato, acculturato, fatto socializzare in armonia.

Ad allietare la serata non potevano mancare la musica e le parole. Per la prima, il Coro dell’Accademia, guidato dal maestro Filadelfio Grasso, si è prodotto in alcuni canti natalizi molto graditi dal numeroso pubblico presente in sala. Per il secondo momento, quello delle “parole”, le allieve dei due corsi di scrittura creativa, guidati dalle professoresse Rosa Lanza ed Elsa Vittoria Sangiorgio, hanno espresso in versi e in prosa le loro riflessioni sul Natale di ieri e di oggi.

Emotivamente soddisfatti, per chiudere in dolcezza, i soci si sono augurati un sereno Natale con panettone e spumante.

A conclusione dell’evento, la presidente ha ancora una volta ringraziato i soci presenti, i corsisti e gli insegnanti del laboratorio di scrittura creativa, il direttore e il Coro dell’Accademia con le voci soliste Agata Consoli e Pietro Finocchiaro. E anche Vita Peri per il laboratorio creativo, i cui membri hanno realizzato manufatti a tema natalizio, sorteggiati durante la serata tra i presenti. Il ricavato sarà devoluto in beneficienza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili