Connettiti con

Politica

Nuova scuola materna con 5 classi e anfiteatro: lavori iniziati nel viale dei Fiori

L’appalto è stato finanziato con 1 milione e 100mila euro, l’opera sarà completatata in 18 mesi

Pubblicato

il

Una nuova scuola materna a Biancavilla: sorgerà in viale dei Fiori. Non un’idea né un progetto preliminare. La fase è già quella dell’avvio dei lavori. La ruspa e gli operai della ditta che si è aggiudicata l’appalto, per 1 milione e 100mila euro, sono già al lavoro.

L’avvio dell’opera è stata formalmente data dal sindaco Antonio Bonanno e dall’assessore all’Edilizia scolastica, Francesco Privitera.

I tempi di realizzazione prevedono un anno e mezzo per arrivare al completamento della struttura. Il nuovo edificio scolastico avrà 5 grandi classi e un anfiteatro per gli spettacoli dei bambini.

«Sono davvero soddisfatto -dice il sindaco Bonanno- perché si tratta di un’opera dedicata ai più piccoli e alle loro famiglie. Nei loro confronti, la mia amministrazione sta indirizzando un’attenzione particolare, allestendo spazi e predisponendo strutture moderne. È il caso del primo asilo nido comunale e dei due parchi gioco di Piazza Don Bosco e della zona Solaris».

L’iter del finanziamento della scuola materna ha preso le mosse nel 2017.

«L’assessore Privitera ha seguito con cura ogni passaggio, facendo attenzione -sottolinea Bonanno- che tutto andasse per il meglio. Gli uffici tecnici hanno fatto il resto. La costruzione di una scuola materna è un passo in avanti verso la formazione dei ‘cittadini del domani’ che in una struttura moderna e accogliente sviluppano i propri interessi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Intesa al Comune per sistemare un centinaio di case popolari a Biancavilla

Incontro tra l’amministrazione Bonanno ed il vertice dell’Iacp per la modernizzazione degli alloggi

Pubblicato

il

Piena disponibilità alla riqualificazione e modernizzazione degli alloggi Iacp nel territorio di Biancavilla. Faccia a faccia tra il presidente dell’Istituto autonomo case popolari di Catania, Angelo Sicali, ed il sindaco Antonio Bonanno e l’assessore Marco Cantarella, promotore dell’incontro.

L’intento è mettere a punto una collaborazione finalizzata alla riqualificazione di un centinaio di alloggi Iacp che si trovano a Biancavilla.

La vetustà delle strutture abitative e la necessità di un intervento: tematiche affrontate già – nel marzo scorso – al centro di un incontro durante un sopralluogo dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone.

Sicali era accompagnato dall’ing. Valeria Vadalà. All’incontro hanno partecipato anche l’ing. Placido Mancari e il vice segretario comunale Davide Marino.

«Esprimo la mia soddisfazione – ha commentato Sicali – per avere gettato le basi di una proficua collaborazione con l’amministrazione. L’obiettivo è dare risposte concrete a tutti i cittadini del territorio». 

«Grazie alla disponibilità del presidente Sicali – sottolinea il sindaco Bonanno – possiamo pensare ad una programmazione di interventi a favore delle case popolari abitate dai nostri cittadini».

«Ringrazio il presidente Sicali per aver accolto il mio invito ad incontrare l’amministrazione comunale e per aver già avviato una serie di attività istruttorie propedeutiche ad un’azione di riqualificazione degli alloggi popolari mai vista prima», ha commentato l’assessore Cantarella, che ha la delega ai rapporti con l’Iacp. «Dare dignità abitativa a centinaia di biancavillesi che abitano in tali complessi – ha concluso l’assessore – è un obiettivo perseguito da tempo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili