Connettiti con

Associazionismo

Nuovo direttivo dell’Avis: «Quel muro dell’indifferenza che si sgretola…»

Fulvio Cantarella confermato presidente dell’associazione con record di donatori e sacche raccolte

Pubblicato

il

Fulvio Cantarella riconfermato presidente dell’Avis di Biancavilla. Sarà affiancato da un direttivo rinnovato, chiamato a gestire l’associazione di volontariato per il quadriennio 2021-2024. Giovanni Sangiorgio e Francesco Pinzone sono stati indicati suoi vice.

«La nostra –afferma Cantarella– è una famiglia. E, come tale, accoglie chiunque si voglia proporre per dare il proprio contributo per la crescita della famiglia stessa. Con il nuovo direttivo si è deciso di dare un segnale di rinnovamento della nostra associazione».

Gli altri componenti del direttivo sono Varinia Pastanella (segretario), Manuela D’Agostino (vicesegretario), Jula Gagliano (tesoriere), Giuseppe Cantarella, Luciano Distefano, Rubino Annalisa (consiglieri). Il Collegio dei revisori dei conti è formato da: Antonio Rapisarda, Alfio Asero, Diego Rago.

«Il nostro obiettivo –sottolinea ancora il presidente Cantarella– è quello di arrivare con semplicità al cuore di tutti e sensibilizzare soprattutto i giovani. Loro saranno il nostro futuro e dovranno continuare a seminare affinché si possa fare un raccolto sempre più abbondante».

Gli ultimi anni hanno visto crescere la sezione Avis “Nino Tropea” di Biancavilla. Nuovi record di donatori e sacche di sangue raccolte hanno confermato il radicamento dell’associazione nel terriotorio.

«Ringrazio chi ci ha preceduto e ha creduto in quella sfida che, con mille difficoltà dal 1987, doveva abbattere quel muro di indifferenza verso quel nobile gesto della donazione. Con grande orgoglio –evidenza Fulvio Cantarella– visti i risultati degli ultimi anni, quel muro ha iniziato a sgretolarsi e sono sicuro che i nostri giovani gli daranno la spallata decisiva per farlo crollare. Senza dubbio, se i risultati continuano a progredire, il merito va a tutti i soci donatori che con il loro impegno contribuiscono alla salvezza di vite umane bisognose di quella linfa preziosa che dona la vita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Associazionismo

Tre ulivi donati dal Lions club: festa dell’albero al plesso “Clara Zappalà”

Poesie, musica, balli e disegni: momento gioioso nella scuola dell’Infanzia di via Pistoia

Pubblicato

il

Festa dell’albero, nella scuola dell’Infanzia “Clara Zappalà” di Biancavilla, organizzata dal Lions Club Adrano Bronte Biancavilla. In un’atmosfera gioiosa e piena di colori, i bambini, preparati dagli insegnanti, hanno presentato poesie, riflessioni e disegni. È stato il loro modo per esprimere l’attenzione verso le tematiche ambientali.

Donati dal Club –guidato dal presidente Giosuè Greco– tre alberi di ulivo, simboleggianti la pace. Sono stati messi a dimora dai piccoli alunni nel cortile della scuola di via Pistoia.

Il momento è stato allietato con canti, musiche e balli, alla presenza di Patrizia Gumina, dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo “Antonio Bruno”, a cui appartiene il plesso di via Pistoia.

Assieme al presidente Greco ha fatto da cornice una rappresentanza di soci composta da Vincenza Inzerilli, Aldo Meli, Grazia Liotta, Mariateresa Mazza e Giovanni Scuderi. Con loro pure gli officer distrettuali del Lions, Salvuccio Furnari (coordinatore dell’area catanese per le attività di servizio) e Giuseppe Sciuto (componente del Comitato Ambiente – Piantumazione Alberi).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili