Connettiti con

News

Coronavirus, a Biancavilla pronti i tamponi per le categorie più esposte

Già montata dai volontari della Croce Rossa una tenda da campo nel Centro Operativo Misto

Pubblicato

il

Tamponi alla popolazione di Biancavilla per individuare i soggetti positivi al coronavirus ed isolarli. Un’azione che serve ad arginare l’epidemia ed evitare la diffusione dei contagi, che in paese registrano un serio incremento.

Per queste ragioni, nello slargo del Centro Operativo Misto di viale dei Fiori già montata una tenda da campo. Sono stati i volontari della Croce Rossa a sistemarla. Verrà messa a disposizione dei medici di base e dell’Usca (l’Unità speciale di continuità assistenziale) per effettuare i test.

«Vedremo con che modalità ed in quali giorni», fa sapere il sindaco Antonio Bonanno. Certamente, le categorie più a rischio avranno priorità.

«Ringrazio la Croce Rossa – sottolinea il primo cittadino – per il prezioso supporto e ricordo anche che i volontari hanno messo a disposizione dei nostri concittadini attualmente positivi al Covid-19 un numero di telefono (320 9089811). Servirà per ricevere assistenza per l’acquisto di generi alimentari, farmaci e qualsiasi altro bene di prima necessità. Un gesto ed un servizio che apprezzo moltissimo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. Alfredo

    9 Novembre 2020 at 14:31

    Buongiorno,nn so più cosa sta aspettando il sindaco a chiudere tutto il paese di Biancavilla e dichiarare zona rossa…i contagi stanno aumentando giorno dopo giorno, l’ospedale nn e più in grado di dare assistenza.. dobbiamo aspettare ancora…le scuole vanno chiuse assolutamente per questo periodo..mi auguro che il sindaco prenda al più presto questa decisione .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Il gesto di un biancavillese d’adozione: donato un defibrillatore alla città

Il dispositivo elettronico “salva vita” è già stato collocato all’ingresso del palazzo comunale

Pubblicato

il

«Conosco il valore di uno strumento come il defibrillatore. Voglio donarne uno, a titolo personale, alla città che mi ha adottato».

L’ingegnere Giovanni Lau, 39 anni, originario di Misterbianco, ha mantenuto la promessa fatta prima che il virus scombinasse i piani di tutti: donare al Comune di Biancavilla un defibrillatore per metterlo a disposizione della città.

Adesso, nel corso di una cerimonia informale, il dispositivo elettronico è stato consegnato al sindaco Antonio Bonanno. Lau era accompagnato dalla moglie, Marinella Milazzo di Biancavilla.

«È un gesto disinteressato e di grande considerazione nei confronti della nostra città – commenta il sindaco Antonio Bonanno – la sensibilità e la collaborazione dei cittadini sono la conferma che la nostra comunità è viva e solidale».

Il defibrillatore donato è stato già installato all’ingresso del Comune, con l’aiuto dell’assessore Francesco Privitera. È a disposizione di tutta la comunità.

Pochi mesi fa, a Biancavilla, ignoti hanno rubato un defibrillatore posto all’esterno del Circolo Castriota, tra Piazza Roma e via Vittorio Emanuele. «Tra qualche settimana – assicura il consigliere Salvo Pulvirenti, presente alla posa – ne arriverà uno nuovo». Il sindaco lo ha ringraziato per essersi preso cura della sostituzione dello strumento sottratto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili