Connettiti con

Associazionismo

Terapia intensiva, avviata una raccolta fondi online a sostegno del reparto di Biancavilla

Iniziativa lanciata dall’associazione “Sinergie” sulla piattaforma “GoFundMe”: «Non facciamoci trovare impreparati»

Pubblicato

il

Avviata una raccolta fondi per sostenere il reparto di Terapia intensiva dell’ospedale “Maria Santissima Addolorata” di Biancavilla. Le donazioni si possono effettuare sulla piattaforma “GoFundMe” attraverso QUESTA PAGINA.

L’iniziativa, su input dell’emergenza “coronavirus” è stata lanciata dall’associazione “Sinergie”, in collaborazione con le associazioni  Accademia Simetia, Università della terza età e del tempo libero di Adrano, Admo Catania, Apca, Attivamente, Gruppo Scout Biancavilla, Leo Club Adrano, Bronte, Biancavilla, Le Spugnelle, Laboratorio solidale, L’unione fa la gioia, Symmachia, Yvii Volley-San Giuseppe Adrano, e tutte le associazioni, le aziende, i professionisti e quanti vorranno aderire, lanciano una raccolta fondi per il potenziamento del reparto di terapia intensiva dell’ospedale biancavillese.

«Ognuno di noi ha il dovere –sottolineano i promotori– di contribuire per il superamento di questa difficile situazione ed è chiamato a farlo in primis rimanendo nelle proprie abitazioni. Oggi ci viene data la possibilità di fare di più, di dare un contributo ancora più concreto per affrontare la pandemia».

La struttura di Biancavilla, inaugurata nel novembre 2019, conta sei posti letto, ma in casi di necessità potrebbero diventare otto, come comunicato dai vertici Asp al sindaco Antonio Bonanno, pochi giorni fa.

«L’ospedale di Biancavilla –specificano le associazioni– è una struttura nuova e all’avanguardia, ad oggi fornita di tutto, ma come ogni struttura non è progettato per far fronte ad una emergenza pandemica come quella da cui oggi siamo attaccati. Per questo la raccolta mira ad ottenere fondi sufficienti ad acquistare il materiale sanitario di cui l’unità di terapia intensiva necessita, nel più breve tempo possibile».

Da qui l’appello alla donazione, anche minima: «Non possiamo permetterci di farci trovare impreparati. Chiediamo a tutta la comunità un gesto che potrebbe rivelarsi utile e indispensabile in un momento come questo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Associazionismo

Autismo e riabilitazione: incontro del Lions club a Villa delle Favare

Pubblico di insegnanti e genitori per un tema affrontato da una psicologa e una musicoterapista

Pubblicato

il

“Parliamo di Autismo e Riabilitazione”. È il tema discusso in un incontro a Villa delle favare, organizzato dal Lions club Adrano Bronte Biancavilla, in collaborazione con il 1° Circolo Didattico “San Giovanni Bosco”.

Sono state la psicologa Giuliana Camarda e la musicoterapista e psicomotricista funzionale Marilena Lanzafame ad affrontare l’argomento davanti ad un numeroso pubblico, composto prevalentemente da insegnanti, da rappresentanti dei genitori e soci del club.

A moderare l’incontro, Salvuccio Furnari, referente Gst area catanese, che ha illustrato i punti salienti che riguardano i disturbi dello spettro autistico.

Ha concluso la delegata distrettuale al service Giuseppina Siracusa, che ha presentato il ruolo e le iniziative dei Lions a favore dei soggetti con fragilità, soffermandosi in particolare sulla nascita e del laboratorio di Arti Musive PDG Cesare Fulci di Barcellona Pozzo di Gotto. Proiettato anche un filmato sui lavori svolti ed eseguiti da soggetti affetti da autismo seguiti dal centro.

Intervenuti all’incontro anche l’assessore alla Pubblica Istruzione, Vincenzo Randazzo, la presidente del Lions Club, Graziella Portale, la dirigente scolastica Alfina D’Orto, e l’assistente sociale Mariateresa Mazza. Quest’ultima, referente area orientale del service, ha introdotto le motivazioni degli obiettivi dell’incontro e le caratteristiche tipiche delle persone affette da autismo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti