Connettiti con

Politica

Coronavirus, il sindaco Bonanno: «Tutte attive le postazioni in Rianimazione»

Il primo cittadino in contatto con l’Asp: «Sono sei i posti letto, ma in emergenza potrebbero diventare otto»

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

«Mi è stato confermato che le postazioni attive di Rianimazione in ospedale sono 6 e tutte regolarmente funzionanti e che in caso di emergenza potranno essere aggiunte altre due postazioni. L’auspicio è, ovviamente, che non servano mai. Assolutamente mai».

Lo comunica il sindaco di Biancavilla, Antonio Bonanno, dopo avere sentito i vertici dell’ASp di Catania, in riferimento all’emergenza coronavirus.

Quando il reparto di Rianimazione era stato inaugurato, i posti letto predisposti erano stati 3, anche se ne erano previsti 6. Con l’emergenza in corso, la disposibilità potrebbe anche arrivare ad 8. Un dettaglio che smentisce le fake news strumentali che a questo riguardo erano circolate nei giorni scorsi.

«Sono in stretto contatto con i vertici dell’Asp di Catania: al momento -dice Bonanno- la situazione all’ospedale “Maria Santissima Addolorata” resta di massima attenzione ma senza alcun caso da segnalare e tutto è sotto controllo».

Dal Comune, intanto, altri interventi sono in corso. Bonanno: «Abbiamo concordato e predisposto con l’assessore Vincenzo Amato e le associazioni di volontariato della Croce Rossa e della Protezione civile un servizio che garantisce l’acquisto di spesa e farmaci per gli over 65enni. Il servizio sarà attivo a partire da domani (giovedì 12 marzo) e seguirà le seguenti date e orari: da lunedì a venerdì, dalle ore 9 alle ore 12 componendo il numero dell’ufficio Servizi sociali, 095 7600 446».

Nel fine settimana, poi, si dovrebbe procedere alla sanificazione di tutti gli uffici comunali.

«Assieme all’assessore alla Pubblica Istruzione, Francesco Privitera, abbiamo avuto modo di verificare -aggiunge ancora il sindaco Bonanno- come i dirigenti scolastici delle nostre scuole comunali abbiano attivato la didattica online per gli alunni in modo da permettere che vengano quantomeno recuperate lezioni ed ore di studio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Incivili della spazzatura “beccati” dalle telecamere: multe “salate” a Biancavilla

In trappola una decina di cittadini che hanno lasciato, in modo illecito, rifiuti nel centro storico

Pubblicato

il

Beccati alcuni sporcaccioni che insozzano di rifiuti il centro storico di Biancavilla a tutte le ore del giorno e della notte. Grazie ad alcune telecamere piazzate in punti invisibili, alcuni di loro sono stati “smascherati”. Le immagini non lasciano margini di dubbio. Sia di notte che di giorno c’è chi “deposita” in maniera illecita i rifiuti sulla pubblica via.

Grazie alle immagini, saranno notificati una decina di verbali. I trasgressori pagheranno una multa 600 euro, secondo quanto prevede la legge. Se si tratta di operatori commerciali – alcuni casi riscontrati rientrano in questa fattispecie – alla reitera del verbale scatta la sospensione dell’attività commerciale. 

«A fronte di un servizio di raccolta differenziata che pone Biancavilla tra i comuni con la percentuale più alta in Sicilia –dice il sindaco Antonio Bonanno– non si può pretendere di piazzare qualsiasi tipo di rifiuto a tutte le ore del giorno. Da tempo – come tutti sanno – c’è un calendario con le indicazioni che riguardano il rifiuto da conferire e gli orari da osservare: dalle 19 alle 5 del mattino».

«I “distratti”, ma anche i furbi e gli incivili –assicura il sindaco– avranno dura la vita. Il comportamento di pochi non può compromettere la bontà dei risultati fin qui raggiunti. Ringrazio l’assessore Vincenzo Mignemi per l’ottimo lavoro che sta coordinando per rendere pulita e vivibile la nostra città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili