Connect with us

Associazionismo

Brindisi e canti di Natale per 200 soci dell’Accademia Universitaria

Pubblicato

il

Incontro nel Centro Polivalente di Villa delle Favare, dei soci dell’Accademia Universitaria Biancavillese, per il tradizionale scambio di auguri in occasione del Santo Natale.

Per condividere questo momento di letizia, alcuni soci hanno proposto un breve recital di poesie e riflessioni sul significato del Natale, scaturite dalle fervidi menti dei partecipanti ai corsi di scrittura creativa.

La magia del Natale ha trovato l’apice con i canti proposti dal Coro polifonico guidato dal maestro Filadelfio Grasso. “Quel Bimbo in mezzo a noi”, “Guarda tra la neve”, “Bianco Natale” e altre celebri canzoni hanno emozionato il folto pubblico presente.

Si è poi svolto un evento volto alla solidarietà. Sono stati, infatti, sorteggiati dei manufatti realizzati dal laboratorio creativo e di pittura, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza.

«Il Natale – come ha ricordato la presidente Rosa Lanza – non è una stagionalità o un periodo, ma deve diventare per tutti gli uomini di buona volontà uno stato della mente, una pratica quotidiana volta alla fratellanza, alla solidarietà, all’accoglienza perché chi ha bisogno non può aspettare le feste comandate ma deve poter contare sull’aiuto concreto e sull’assistenza sempre. Solo così Natale albergherà nei cuori di tutti e porterà serenità e speranza».

Il brindisi e gli auguri hanno concluso la serata e hanno dato appuntamento ai primi giorni dell’anno nuovo: sarà un gennaio ricco di impegni e attività sempre volte alla cultura, allo sport, ai laboratori di tecniche prassico-manuali e tanto altro, in vista anche della ricorrenza del decennale dalla fondazione del sodalizio (2010-2020) che a oggi raduna oltre duecento soci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità
1 Commento

1 Comment

  1. Nunzio

    21 Dicembre 2019 at 16:42

    Mi piace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Associazionismo

Troppi casi di sclerosi multipla, tombola di beneficenza per sostenere la ricerca

Iniziativa al teatro “La Fenice” promossa dall’associazione “Ad Maiora” a favore della onlus “Reload”

Pubblicato

il

Un momento dell'edizione 2019
di Giuseppe Gugliuzzo

Tombola di beneficenza anche quest’anno, organizzata dall’associazione socio-culturale “Ad Maiora Sicilia”, nata nel 2014, guidata dal presidente Salvo Greco e dalla vice Eliaca Caserta. Associazione attiva nel territorio, che si occupa di attività senza scopo di lucro, al fine di sensibilizzare su tematiche piuttosto importanti, come ad esempio la violenza di genere.

L’associazione ha collaborato e collabora con diverse scuole del comprensorio, per diffondere la cultura in tutte le sue forme e realizzare vari progetti.

«Come ogni anno, tra i vari eventi in programma – dice la vice presidente Eliaca Caserta – abbiamo fatto il massimo per organizzare una serata a cui teniamo particolarmente, sin dalla nostra fondazione. Si tratta della consueta “Tombola di beneficenza”. Evento che ci permette di realizzare la filosofia che abbiamo sposato e che cerchiamo di seguire in ogni iniziativa da noi portata avanti: “Ciò che abbiamo fatto per noi, muore con noi. Ciò che abbiamo fatto per gli altri e per il mondo rimane immortale”, frase di Harvey Mackay».

Il 3 gennaio 2020, alle ore 19, presso il teatro “La Fenice” di Biancavilla, si terrà la tombola, il cui ricavato sarà interamente devoluto alla onlus “Reload” per la ricerca sulla sclerosi multipla.

La scelta è ricaduta proprio su questa onlus per la constatazione di un numero oltre la media a Biancavilla di casi con questa patologia, come ampiamente approfondito in più occasione da Biancavilla Oggi. È in corso, peraltro, uno studio che coinvolge 200 biancavillesi.

L’associazione “Ad Maiora” ha voluto fornire così un proprio contributo all’appello già lanciato da “Reload”, allo scopo di avviare approfonditi studi scientifici finalizzati alla scoperta e alla comprensione delle motivazioni legate ad una così forte incidenza proprio in questa porzione di territorio etneo, già martoriato dai decessi per mesotelioma pleurico dovuto alla presenza di fluoroedenite.

Durante la serata, oltre alla possibilità di vincere numerosi premi, non mancheranno momenti di spettacolo e divertimento. Avverrà, inoltre, la premiazione della terza edizione del concorso fotografico “Natale in… uno scatto”. Finale con l’estrazione della lotteria: in palio fantastici premi, primo dei quali un televisore da 32 pollici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere...

Associazionismo

Tra i ruderi della chiesa della Badia “rivive” il presepe e l’antica Betlemme

Quarta edizione dell’evento organizzato dall’associazione “Mondo Nuovo” in un contesto suggestivo

Pubblicato

il

© Foto di Chiara Rapisarda
di Giuseppe Gugliuzzo

Tante presenze alla prima serata del “presepe vivente” a Biancavilla, giunto alla quarta edizione e con tutte le caratteristiche per trasformarsi in una piccola tradizione cittadina.

L’iniziativa è stata allestita nella suggestiva cornice dei ruderi della chiesa della Badia e degli spazi attigui (consolidati su intervento della Sovrintendenza ai Beni culturali ed ambientali con lavori completati lo scorso anno).

L’organizzazione si deve all’associazione culturale “Mondo Nuovo”, una onlus guidata dalla presidente Rosi Monforte. Un gruppo di giovani, quasi tutti appartenenti alla parrocchia Annunziata di Biancavilla, che da 20 anni circa si impegnano ad annunciare il Vangelo e il messaggio cristiano attraverso musical, concerti e adesso il presepe.

Taglio del nastro, alla presenza del sindaco Antonio Bonanno e di tanti biancavillesi.

L’associazione “Mondo Nuovo”, dopo le prime edizioni del “presepe vivente” nelle viuzze vicine alla chiesa di San Giuseppe, ha voluto offrire, ancora una volta, in un’altra location caratteristica del centro storico, la rievocazione della città di Betlemme durante la nascita di Gesù. Un’atmosfera particolare per catapultare il visitatore indietro nel tempo, attraverso la riscoperta di antichi mestieri, profumi e sapori con piccole degustazioni di prodotti tipici delle nostre campagne e dei nostri vigneti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere...

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili.