Connettiti con

Associazionismo

Premiate due associazioni nel ricordo dell’altruismo di Placido Stissi

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi
di Vittorio Fiorenza

Un riconoscimento a chi è impegnato in maniera volontaria e dimostra senso di altruismo. Lo stesso altruismo che ha contraddistinto Placido Stissi, a cui il premio è intitolato.

Sono state le associazioni “Stop allo spreco” e “Dammi la zampa” a ricevere il premio 2019, promosso dal Comune di Biancavilla, con la duplice finalità di ricordare il biancavillese –morto quindici anni fa sulla tangenziale di Catania nel tentativo di prestare aiuto ad un ragazzo rimasto in panne– e allo stesso tempo riconoscere l’impegno di chi si distingue con atti di solidarietà.

La prima realtà associativa si occupa della raccolta di alimenti (in particolare pane) per arginare lo spreco nei consumi e consentire un aiuto concreto a famiglie che vivono a Biancavilla in condizioni di bisogno. L’altra associazione è impegnata a fornire aiuto e rifugio ai cani del nostro territorio e a contrastare il fenomeno del randagismo. Si tratta di due gruppi meritevoli che operano senza clamori, ma che offrono il proprio tempo alla comunità locale.

Alle rappresentanti delle associazioni sono state date delle targhe per ringraziarle del loro operato. Una cerimonia semplice, ma sentita, quella che si è svolta all’interno dell’aula consiliare. Assieme ai familiari di Placido Stissi (la moglie Anna Maria e i figli Giuseppe, Jessica e Denis), hanno assegnato le targhe il sindaco Antonio Bonanno e l’assessore alla Pubblica Istruzione ed Educazione civica, Francesco Privitera, organizzatore dell’iniziativa.

Presenti anche padre Ambrogio Monforte, parroco della chiesa “Sacro cuore”, e l’assessore ai Servici sociali del Comune di Catania, Giuseppe Lombardo. Ad arricchire il momento anche le note dell’orchestra formata dagli alunni della scuola media “Luigi Sturzo”.

Un momento nel segno del ricordo di Placido, impiegato della Provincia di Catania, ente per il quale svolgeva attività di autista del presidente, prima con Nello Musumeci e poi con Raffaele Lombardo. Era diretto a casa di quest’ultimo, quella mattina in cui si è trovato in tangenziale e, sotto la pioggia battente, ha sostato l’auto, ha tentato di attraversare la carreggiata per prestare soccorso ad un ragazzo ma è stato travolto da un mezzo che sopraggiungeva.

«Il suo gesto dice tutto, non ha pensato altro che aiutare una persona in difficoltà», ha detto la moglie. «Il suo gesto non è un generico atto d’amore, ma è lo stesso che ha reso sante altre persone. L’augurio è di riscoprire nella semplicità dei gesti ordinari, la presenza di Dio», ha aggiunto padre Ambrogio in una sua breve riflessione.

Il giorno dei funerali di Placido Stissi era stato l’allora assessore Salvuccio Furnari a prendere l’impegno perché quell’atto di altruismo potesse avere un costante riconoscimento. Impegno poi mantenuto dall’amministrazione Cantarella con l’istituzione del premio. Dopo anni di oblio, è stata l’amministrazione Bonanno a ripristinarlo.

«Placido –ha sottolineato il primo cittadino– è nel “Pantheon” degli eroi della nostra comunità, ecco perché il suo gesto deve essere ricordato e trasmesso alle nuove generazioni. E lo facciamo, creando un momento come questo per premiare quegli “eroi” silenziosi che operano senza la pretesa di ricevere un grazie ma per spirito di volontariato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Associazionismo

Nuovo direttivo dell’Anc, Antonio Rapisarda confermato presidente

Rinnovati gli organismi interni della sezione locale dell’Associazione Nazionale Carabinieri

Pubblicato

il

Nuovo Consiglio direttivo dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Biancavilla eletto dall’assemblea dei soci. Alla presidenza confermato Antonio Rapisarda.

Sarà affiancato da Giuseppe Alongi (vice presidente) e da Salvatore Moschitta, Giuseppe Neri, Vito Mauceri, quali consiglieri. Segretario è Salvatore Vercoco. Il Consiglio Direttivo sarà in carica per cinque anni.

«La fiducia e la stima riposte ancora una volta nella mia persona da parte di tutti i soci e non solo, mi impegnano e mi stimolano –dice il presidente Rapisarda– nel continuare ad esprimere il meglio di me stesso per portare avanti tutte le iniziative in corso e le nuove, con lo spirito ed i valori di chi si sente di appartenere all’Arma dei Carabinieri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili