Connect with us

Foto

L’inciviltà “differenziata” fa sfoggio sul davanzale del plesso “Marconi”

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Non c’è limite all’inciviltà. E così, ecco un’altra immagine eloquente di quanto possano fare certi biancavillesi, ostinati a non rispettare le regole basilari della buona educazione della convivenza civile.

La foto, segnalata sul gruppo facebook  “Biancavillesi per la quiete notturna”, si riferisce ad una finestra del plesso elementare “Guglielmo Marconi” del Primo circolo didattico. Come si può notare, il davanzale è pieno di bottiglie di bottiglie di birra lasciate lì da chissà quanto tempo. C’è altro da aggiungere?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Foto

Quei fiori nuziali sotto il ponte: romanticismo? No, cafonaggine

Pubblicato

il

Composizioni floreali, lasciate lì, proprio sotto il ponte. Detta così, sembra qualcosa di romantico. Invece, è l’ennesimo episodio di inciviltà. Quei resti di piante e fiori, probabilmente derivanti da una cerimonia nuziale o comunque un festoso ricevimento, sono rifiuti lasciati da chi non ha alcuna sensibilità di rispetto civico e ambientale.

Buttati lì, sotto il ponte che segna il confine tra Biancavilla e Santa Maria di Licodia. Oltre alla composizione, si vedono le spugne che servono per sistemare i fiori. Nelle vicinanze sacchi pieni di rifiuti (compresi indumenti), qualche copertone e –immancabili– materiale edile e pezzi frantumati di cemento-amianto.

In mezzo a tutto questo materiale, anche alcuni atti cartacei, tra cui qualche fattura del Servizio Elettrico Nazionale che riporta il nominativo dell’intestatario. Si tratta di una donna residente in via Filippo Turati, a Biancavilla, da ritenere quindi prima “indiziata” di questo ennesimo abbandono indiscriminato di rifiuti. Inciviltà a tinte “rosa”, verrebbe da dire. Già, come il colore dei sacchi della spazzatura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere...

Foto

Questa ci mancava: rifiuti “religiosi”, libri e Bibbia buttati in strada

Pubblicato

il

Nella collezione dell’inciviltà Biancavilla, questa propria mancava. Tra i rifiuti, trovati pure Bibbia e testi religiosi, per l’esattezza riconducibili ai Testimoni di Geova. All’interno dei libri e degli opuscoli, una decina, è riportato anche il nome della donna a cui appartenevano.

Si trovavano a bordo della strada, assieme ad altro tipo di immondizia, poco più a sud di Biancavilla, lungo la strada che porta verso Piano Rinazze. La segnalazione, ancora una volta, è dei soci dell’associazione Gepa, nel consueto giro di controllo del territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere...
Advertisement

Nero su Bianco Edizioni

UNA VITA ANCORA PIU' BELLA Memorie di un sopravvissuto. Lettere e riflessioni inedite di Gerardo Sangiorgio, il biancavillese deportato nei lager nazisti per avere detto "no" alla Repubblica di Salò. La sua è la vicenda di un "Internato Militare Italiano" raccontata nel nuovo libro di "Nero su Bianco", curato da Salvatore Borzì con prefazione di Francesco Benigno e contributi di Liliana Segre, Massimo Cacciari, Luciano Canfora ed altri esponenti della cultura italiana.

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili