Connettiti con

News

Biancavilla by night, nasce gruppo facebook per la quiete pubblica

Pubblicato

il

“Biancavillesi per la quiete notturna”. È stato creato da pochi giorni, ma conta già oltre 200 iscritti. Si sono riuniti in un gruppo facebook con l’obiettivo di promuovere una petizione da rivolgere al sindaco Antonio Bonanno e al presidente del Consiglio Comunale, Marco Cantarella, chiedendo «azioni urgenti di ripristino della quiete notturna e della sicurezza nelle strade di Biancavilla».

►VAI AL GRUPPO FACEBOOK

Questione vecchia, oggetto di centinaia di articoli di stampa, di interventi politici e pure di polemiche in riferimento particolare alla “movida” biancavillese. Un fenomeno sociale ed economico che mostra vivacità che negli anni hanno creato nel centro storico momenti e luoghi di aggregazione. Ma anche effetti di inciviltà e disturbo, subiti dai residenti.

Gli aderenti al gruppo facebook denunciano la «insostenibile situazione di continuo e incontrollato disturbo della quiete pubblica nelle ore notturne, causato da baccano e schiamazzi degli avventori dei locali pubblici; dal transito di motoveicoli ad alta velocità con impianti di scarico modificato e rumoroso e dalla circolazione di automobili con diffusione di musica ad altissimo volume».

Da qui, la richiesta alle istituzioni comunali di una serie di misure: dalla vigilanza in ore notturne a posti di blocco, dall’anticipo degli orari di chiusura dei locali nei giorni feriali all’installazione di segnali di divieto di rumori molesti con indicazione dei limiti e delle sanzioni.

E ancora: l’istituzione di un numero verde per le segnalazioni dei cittadini sul disturbo della quiete pubblica, monitoraggio della qualità della quiete mediante audizione periodica di gruppi di cittadini abitanti in zone a rischio.

Si chiede infine il «patrocinio del Comune in attività di sensibilizzazione dei giovani cittadini alla promozione e al rispetto della quiete e della sicurezza nelle strade nelle scuole medie e superiori e dei neopatentati nelle scuole guida».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Ottobre rosa, mammografie gratuite anche all’ospedale di Biancavilla

L’esame è riservato alle donne di 50-69 anni: bisogna prenotarsi senza richiesta del medico curante

Pubblicato

il

Il mese di Ottobre si tinge di rosa anche all’Asp di Catania. In occasione del mese dedicato alla salute della donna e alla prevenzione oncologica, per domenica 24 ottobre, giornata di prevenzione e screening. Gli esami mammografico e ginecologico, gratuiti, sono rivolti alle donne rispettivamente di età compresa fra 50 e 69 anni e fra 25 e 64 anni.

Fino a domenica 24 ottobre sarà pertanto possibile prenotare l’esame mammografico al numero verde 800.894007, anche all’ospedale “Maria Santissima Addolorata” di Biancavilla (oltre che negli ambulatori di Catania, Acireale e Pedara.

Nell’ambito dello screening ginecologico alle donne da 34 a 64 anni viene offerto il test HPV. Si tratta di un esame in grado di individuare la presenza del Papilloma virus e più efficace per prevenire il tumore del collo dell’utero.

Gli esami di screening sono gratuiti e non occorre la richiesta del medico curante.

Per appuntamenti o informazioni, il numero verde da contattare è 800.894007, da lunedì a venerdì, ore 8.30/13.00, e il lunedì dalle 15 alle 17.30. Le chiamate sono gratuite sia da rete fissa, che da cellulare. Per maggiori info: www.screening.aspct.it.

Nei casi di necessità di ulteriori accertamenti, alcuni esami e le terapie vengono effettuate presso le Breast Unit della Rete senologica della Regione Siciliana.

Nello stesso ambito dell’Ottobre rosa, a Biancavilla promossa dal Comune e dall’associazione “Ricominciare” un’iniziativa a parte. Visite senologiche gratuite già effettuate presso il Centro Com dall’equipe del Policlinico di Catania. In due giornate 167 le donne che si sono sottoposte all’esame medico. Uno screening che in alcuni casi proseguire con ulteriori approfondimenti tramite ecografia o mammografia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili