Connettiti con

Scuola

Esperienza “cinematografica” per gli alunni dell’Istituto Maria Ausiliatrice

Pubblicato

il

Con l’approssimarsi della chiusura dell’anno scolastico, all’Istituto “Maria Ausiliatrice” di Biancavilla, la 5a classe elementare, con l’insegnante suor Maria Scapellato, ha presentato un medio metraggio scritto e interpretato dagli stessi alunni, dai genitori e complessivamente da tutta la comunità scolastica.

Già il titolo del lavoro cinematografico, “Resiliency – La forza di spiegare le ali”, è significativo del tema che è stato affrontato dagli alunni e che oggi coinvolge tanti ragazzi sia nell’età dell’infanzia che nell’adolescenza.

La trama si sviluppa attorno alla piccola Giorgia, che si è da poco trasferita in un paese più grande perché qui la mamma ha trovato finalmente lavoro. Le difficili e conflittuali dinamiche familiari, i nuovi compagni di classe, il gruppo dei pari che si trasforma per alcuni in bullismo, la scuola come contesto educativo-pedagogico, l’empatia, la responsabilità e la capacità di reagire della bambina, sono gli ingredienti che compongono l’evolversi di questo percorso in arrivo, cammino e capacità di affrontare e superare le difficoltà.

La “prima” del film, nel salone dell’istituto, è stata accompagnata da una tavola rotonda, con la presenza di una nutrita partecipazione di genitori e parenti dei giovani “attori” e di una rappresentanza delle componenti di tutta la Famiglia Salesiana.

A presentare il lavoro che si è manifestato anche come forte momento didattico e formativo degli allievi, sono stati, oltre che la direttrice dell’Istituto, suor Maria Vella – che ha espresso la propria soddisfazione e compiacimento -, il curatore e regista del laboratorio cinematografico, Filadelfio Grasso, ed anche per la tematica affrontata, il direttore dell’Opera Cenacolo, Giosuè Greco, lo psicologo Pino Fusari e l’educatrice Annalisa Nicolosi della comunità “Sentiero Speranza”, ed il pedagogista Salvuccio Furnari, già dirigente del Dipartimento di salute mentale di Adrano.

Ognuno dei relatori, con la propria specifica esperienza professionale e lavorativa sul tema trattato, ha evidenziato le peculiarità che questo tipo di conflitto interagisce nella personalità di ogni uomo con la rispettiva capacità di resistenza e superamento delle difficoltà per potere così, come viene evidenziato nel film, avere la “forza di spiegare le ali”.

Interessante il contributo offerto nel dibattito dal sig. Enrico, che ha portato la sua esperienza di vita risolta positivamente ed il vivace e simpatico alternarsi dei giovani protagonisti che hanno, non solo ringraziato per l’opportunità vissuta, ma anche evidenziato come la protagonista che all’inizio del film si sente “un bruco sommerso nel fango”, con la capacità della sua resilienza, sostenuta dall’insegnante, dalla compagna di banco e dalla nonna, quel “bruco si è trasformato in una splendida farfalla”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. Nunzio

    23 Maggio 2019 at 16:22

    Bello, mi piace molto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scuola

Campo estivo in sicurezza: l’esempio dei bambini della scuola “L’albero azzurro”

Evento conclusivo con la presenza del sindaco Antonio Bonanno e dell’assessore Francesco Privitera

Pubblicato

il

Il distanziamento spiegato… dai bambini. Amministratori e funzionari comunali si sono trovati una schiera di piccoli biancavillesi con idee chiare –più di quanto spesso abbiano gli adulti– su come mantenere le distanze ed adottare dei comportamenti adeguati per arginare la diffusione del coronavirus.

La speciale “lezione” viene dai bambini della scuola paritaria “L’albero azzurro” di Biancavilla, una realtà radicata ed apprezzata, che negli anni si è distinta per serietà professionale, con l’insegnante Rosanna Cantarella e l’educatrice pedagogista Piera Cantarella.

Visitata dal sindaco Antonio Bonanno e dall’assessore alle Politiche scolastiche, Francesco Privitera, in occasione della chiusura del campo estivo, la scuola ha dato esempio di senso civico. Tutti i bambini sono stati impegnati nel cortiletto interno in un piccolo spettacolo. Lo hanno fatto, stando ognuno a distanza dell’altro, all’interno di un cerchio colorato.

L’evento è stato l’atto conclusivo di un impegno, cominciato già a luglio, per il campo estivo, rientrato nell’ambito del progetto “Ri… Mettiamoci in gioco” del Comune di Biancavilla e finanziato dal governo nazionale per il contrasto della povertà educativa, che ha tenuto conto della sospensione delle attività didattico-educative a causa dei mesi di lockdown.

Al bando hanno risposto diverse realtà sociali, associazionistiche ed educative di Biancavilla. La scuola paritaria “L’albero azzurro”, che opera a Biancavilla dal 2002, è tra queste.

Il plauso del sindaco ai grest

«I bambini –viene sottolineato– in occasione della chiusura del centro estivo 2020, hanno voluto organizzare, con l’aiuto del prezioso impegno delle educatrici volontarie, un piccolo spettacolo (con le dovute distanze) per ringraziare il sindaco, l’assessore e i funzionari per l’attenzione e la disponibilità dimostrate».  

Dal suo canto, il sindaco Bonanno ha sottolineato l’importanza dei cosiddetti «grest estivi, che siamo riusciti a finanziare attraverso i contributi economici del Governo e intercettati dalla nostra amministrazione».

Il primo cittadino, prendendo spunto dalla visita presso la scuola “L’albero azzurro”, ha rivolto un ringraziamento «alle tante famiglie ed ai nostri splendidi bambini che, nella massima sicurezza e precauzione sanitaria, stanno contribuendo a rendere indimenticabili questi giorni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Politica

Coronavirus, a Biancavilla si lavora alla riapertura (in sicurezza) delle scuole

Finanziamento di 130mila euro, previsto l’accquisto di banchi singoli per garantire il giusto distanziamento

Pubblicato

il

Amministrazione comunale e dirigenti scolastici, impegnati da settimane per garantire un inizio di anno scolastico nella massima sicurezza di tutti (nell’attesa di quelle che saranno le disposizioni sul fronte del Covid-19).

Va anche detto del finanziamento statale pari a 130mila euro ottenuto dal Comune e che servirà esclusivamente per intervenire sulle scuole.

Il sindaco Antonio Bonanno e l’assessore Francesco Privitera hanno effettuato un sopralluogo negli istituti scolastici per verificare quali fossero le priorità e le necessità.

Un elemento al quale dover fronte alla ripresa delle lezioni sarà, infatti, quello di garantire un numero adeguato di banchi singoli, alla luce dell’emergenza legata al coronavirus: è su questo aspetto che verrà impiegata buona parte del finanziamento.

Ma in itinere vi sono anche diversi interventi di manutenzione a carico degli istituti scolastici.

«La ripresa dell’anno scolastico non è lontana – spiegano il sindaco Bonanno e l’assessore Privitera –  motivo per il quale occorre farsi trovare pronti. Daremo subito avvio ai lavori ed all’acquisto di forniture, possibili grazie al finanziamento destinato a Biancavilla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

Nero su Bianco Edizioni

Letterato, critico, traduttore e polemista. Ma anche politico super votato, sostenitore del padre, il sindaco Alfio Bruno (l'ultimo eletto democraticamente prima del fascismo). Alfio Grasso ci fa conoscere il "poeta dandy" di Biancavilla da una angolazione diversa, rispetto alla pubblicistica degli ultimi anni. Da scoprire nel nostro nuovo prezioso volume.

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili