20032019GOODNEWS:

Quanto ci vuole a rifare un muro? Siamo a Biancavilla, mica in Alaska

di MARIO GRASSO

Ho visto girare su Facebook foto della superstrada ricostruita in Alaska, una settimana dopo il terremoto. Non capisco tutto questo stupore! Sempre a guardare quanto sono bravi gli altri!

Ma perché non parliamo, invece, della celerità di noi biancavillesi nel ricostruire il muretto a secco sulla via Sant’Ambrogio, il cui crollo, avvenuto due mesi fa per colpa di due gocce d’acqua, è tutt’ora causa della chiusura della strada di raccordo con la Ss 284?

Ah sì, forse perché la strada non è comunale ma provinciale e, dunque, l’istanza dovrà prima andare al protocollo, poi verrà trasmessa all’ufficio competente, successivamente verrà fissata la data del sopralluogo, poi verrà nominato il tecnico che dovrà fare i rilievi, il quale sottoporrà la pratica al vaglio del dirigente, il cui dirigente la esaminerà e la manderà in Consiglio.

Consiglio che ne discuterà ampiamente per due sedute e che ne delibererà l’inaccettabilità poiché vi è stato un errore in fase di istruttoria iniziale, in quanto non è stata applicata la marca da bollo da 16 euro ma da 17.71. Si redige così un verbale di respingimento che viene protocollato e dunque successivamente notificato al… il quale dirà che… e trasmetterà la pratica a… che nel frattempo ha cambiato ufficio e il suo incarico è passato ad interim a… che si è dovuto mettere in aspettativa per… Dov’è l’Alaska?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO