Connettiti con

Associazionismo

Gli avanzi di cibo per i bisognosi: l’idea solidale di Sabrina e Agata

Pubblicato

il

di Vittorio Fiorenza

L’idea è venuta a due biancavillesi: Sabrina Seminara e Agata Greco. L’intento è quello di coinvolgere gli esercenti del settore alimentare e della ristorazione affinché mettano a disposizione il cibo avanzato alle famiglie che ne hanno bisogno. Il progetto si chiama “Stop allo spreco” e unisce il sentimento solidaristico con quello del risparmio alimentare.

Pietanze e prodotti da bar e ristoranti di ottima qualità destinate alla pattumiera verranno così donati a persone in difficoltà economica. Si comincia con i panifici (già una quindicina hanno dato la loro adesione), poi si passerà ai fruttivendoli e, quando l’iniziativa sarà a pieno regime, dovrà coinvolgere pure supermercati, ristoranti, pub e bar di Biancavilla.

«Ci è capitato di parlare con alcuni panificatori, che ci hanno detto -racconta Sabrina- che il pane del giorno prima che non vendono, pur trattandosi di un prodotto buono, lo danno ai pecorai. Certo, sempre meglio che buttarlo via. Ma perché non darlo a persone che hanno realmente bisogno? Ecco, la nostra idea parte da qui».

Un’attività complessa, alla quale, oltre alle due promotrici, parteciperanno altri volontari. Per individuare le famiglie bisognose si incroceranno le informazioni provenienti dai Servizi sociali del Comune, dalle Caritas parrocchiali e dalle associazioni impegnate nel territorio.

«Con mio marito -racconta Agata- siamo stati qualche giorno fa a pranzo in un locale. Un ricco self service con vassoi pieni. A fine pranzo i vassoi scompaiono dalle tavole e ci accorgiamo che tutto quello che era rimasto, i camerieri lo avevano buttato nella spazzatura. Cibo buono che avevamo mangiato pochi minuti prima. Assurdo buttarlo, quando si potrebbe portare nelle tavole di persone che ne hanno bisogno. Vogliamo evitare questi sprechi e dare un aiuto alle famiglie in difficoltà»

Il progetto è stato presentato al palazzo comunale da Seminara e Greco, assieme al sindaco Antonio Bonanno, agli assessori Alfio Stissi e Antonio Mursia e al funzionario Salvatore Leonardi. L’amministrazione Bonanno ha sposato l’iniziativa, fornendo anche un concreto supporto, per esempio mettendo a disposizione alcuni locali di Villa delle Favare e un pulmino. Ci sono ancora diversi aspetti da smussare e chiarire, oltre a superare limiti oggettivi. Ma le premesse ci sono tutte per potere realizzare i nobili intenti.

«C’è un problema di povertà – spiega il sindaco Bonanno – e anche se questa non è certamente la soluzione, diventa però un aiuto concreto. Di certo, non si rimane con le mani in mano a guardare senza fare nulla. E’ un progetto che vuole essere un esempio e che può fare da apripista: mi auguro che da qui a breve possa essere raccolto un messaggio di coinvolgimento che ci chiama tutti, direttamente, in causa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Associazionismo

Giri turistici e cinema in cortile: l’estate degli ospiti del “Cenacolo”

Conclusa la serie di iniziative della comunità terapeutica assistita di via San Placido

Pubblicato

il

Un festoso pomeriggio musicale ha concluso le attività estive che si sono svolte nella comunità terapeutica assistita “Cenacolo Cristo Re” di via san Placido, a Biancavilla.

Compatibilmente con le disposizioni anti-Covid, gli ospiti sono stati impegnati in iniziative terapeutico-riabilitative ed educative diversificate. Attività anche innovative rispetto agli altri anni per recuperare un periodo che purtroppo a causa della pandemia presentava delle restrizioni.

Accolti, sia per la novità che per il gradimento percepito, i progetti “Escursione serale” ed “E… State sotto le stelle – proiezioni cinematografiche in cortile”.

Le escursioni serali (Taormina e Catania con la caratteristica movida, il suggestivo giro dell’Etna e della costa Jonica…) hanno garantito momenti di socializzazione. E fatto riscoprire pure negli ospiti il piacere di una salutare passeggiata nelle vie dei centri turisticamente più rinomati. Favorita, così, una condizione di normalità che le individuali limitazioni cliniche non facilitano.

All’imbrunire, le “Proiezioni cinematografiche all’aperto” su un maxi telone hanno fatto rivivere piacevolmente l’atmosfera e il fascino delle “arene pubbliche”. Interessante il coinvolgimento attivo con la presentazione e il commento finale di ogni singola pellicola. Sempre un gustoso e rinfrescante gelato ha accompagnato le iniziative.

Anche mare, giochi e musica…

E poi giochi di società, tornei di calcetto balilla in struttura e le giornate alla Plaja, nella splendida spiaggia catanese. Tutte attività che hanno caratterizzato e mitigato la quotidianità di questa rovente e atipica stagione estiva.

Ogni mese è stato scandito da pomeriggi canoro-musicali con performance individuali e di gruppo che hanno messo in evidenza ed incentivato le capacità personali e favorito l’autostima di ciascuno degli ospiti.

L’Equipe Multidisciplinare, retta dal Direttore sanitario Gaetano Interlandi, ha programmato e coordinato le attività , condivise dal personale coinvolto per ogni singola iniziativa. Attivata anche la collaborazione di volontari esterni (il Cgs Life con Armando Bellocchi e i giovani del gruppo).

Nel salutare l’estate ed in prossimità delle festività patronali, Salvuccio Furnari, componente dell’associazione culturale “Arbëreshë” ha presentato la terza edizione de “La rievocazione storica”, che mette in risalto la presenza degli esuli albanesi nella fondazione della nostra città.

Giosuè Greco, Direttore generale dell’Opera Cenacolo e Vincenzo Conti, responsabile amministrativo della struttura che hanno favorito la programmazione e la realizzazione di tutte le iniziative tendenti a migliorare il benessere e la salute degli ospiti, hanno espresso il loro compiacimento per i risultati ottenuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili