Connettiti con

Scuola

Alunne del liceo di Scienze umane in visita al centro antiviolenza Calipso

Pubblicato

il

Continuano le attività di alternanza Scuola- Lavoro del “Laboratorio di Giornalismo” del Liceo delle Scienze Umane di Biancavilla. Una delegazione della 3a A è stata nella sede del centro antiviolenza e antistalking “Calipso” di Biancavilla per intervistare la presidente, l’avv. Pilar Castiglia.

Le domande rivolte dalle “giornaliste in erba” hanno mirato a comprendere l’operato dell’associazione di volontariato, le dinamiche psicologiche che si innescano nei rapporti di “amore malato” e le distorte convinzioni che continuano ad alimentare una cultura maschilista e patriarcale.

L’avv. Castiglia, dal suo canto, ha illustrato la rete d’aiuto tessuta intorno alle donne vittime di violenza, sottolineando che «il centro fornisce loro un vero e proprio abbraccio, accompagnandole per mano lungo il percorso di uscita dal tunnel della condizione di alienazione e disperazione in cui sono entrate inconsapevolmente, a causa di fragilità interiori dovute a background familiari o a stereotipi introiettati».

Un team specializzato di avvocati, psicologi e assistenti sociali impiega volontariamente le sue energie e i suoi strumenti per svolgere una missione di alto impegno sociale in un momento in cui i recenti fatti di cronaca sembrano andare in direzione ostinata e contraria rispetto alla tanto propagandata parità dei sessi.

«Un bell’incontro –viene evidenziato dal liceo biancavillese– finalizzato adesso alla realizzazione di un videoservizio giornalistico. Un’occasione che ha consentito di affrontare argomenti di pregnante attualità e che ha dato modo alle alunne di dialogare con chi è impegnato in prima linea sul campo della lotta a tutte le forme di violenza, più o meno manifeste».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Alunno positivo al virus, in quarantena una classe della “Antonio Bruno”

Provvedimento di routine applicato all’Istituto comprensivo per arginare la diffusione Covid

Pubblicato

il

Un alunno è risultato positivo al virus e la sua classe è finita in quarantena. Un atto di prevenzione, come da protocollo. È successo all’Istituto comprensivo “Antonio Bruno”.

Il provvedimento è stato adottato a pochi giorni dalla riapertura delle scuole a Biancavilla (quelle fino alla prima media), dopo lo stop imposto con ordinanza dal presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci.

La tempistica con cui è emersa l’infezione all’alunno, quindi, lascia ampiamente supporre che il contagio sia avvenuto prima del nuovo avvio dell’attività didattica in presenza.

Ad ogni modo è stato applicato un protocollo ormai noto e sperimentato fin da settembre nelle scuole biancavillesi. Scuole che periodicamente si sono ritrovate con alunni contagiati e con la necessità di isolare compagni di classe ed insegnanti, nel tentativo di arginare la diffusione del virus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili