Connettiti con

Scuola

Il murales del plesso “Marconi” premiato a Roma da don Luigi Ciotti

Pubblicato

il

La scuola elementare diretta da Mario Amato conquista il riconoscimento per il concorso indetto dall’associazione Libera e dal ministero della Pubblica Istruzione.

 

di Vittorio Fiorenza

Primo premio nazionale per la classe 3° C del plesso “Guglielmo Marconi” del Primo circolo didattico di Biancavilla. Gli alunni biancavillesi hanno vinto il concorso nazionale “Regoliamoci – EcoCentrico”, indetto dall’associazione Libera e dal ministero della Pubblica Istruzione.

È stato don Luigi Ciotti a consegnare il premio in una cerimonia al ministero, a cui ha presenziato il sottosegretario Vito De Filippo e rappresentanti di Legambiente. A Roma, assieme ad una delegazione di 15 alunni, anche il dirigente scolastico Mario Amato e l’insegnante Fina Greco.

Il riconoscimento alla scuola di Biancavilla -prima tra 500 istituti partecipanti da tutta Italia- è dovuto alla realizzazione di un murales e alla sistemazione di uno spazio del cortile della scuola, come ampiamente aveva anticipato Biancavilla Oggi nei mesi scorsi.

Erano stati gli alunni, con l’aiuto dei genitori, ed il coordinamento didattico dell’insegnante Fina Greco assieme ai colleghi Rosaria Schillaci e Salvo Saitta, ad abbellire lo spazio interno del loro istituto. Talmente bravi da essere arrivati al gradino più alto del podio nazionale.

L’obiettivo è stato quello –aveva detto la maestra Greco a Biancavilla Oggi– di far riflettere i bambini sul tema della tutela dell’ambiente, intesa non in una semplice accezione di tipo ecologista, ma come cura degli spazi nei quali tutti noi viviamo. Elaborare dunque un percorso di rispetto, di miglioramento e di tutela degli spazi scolastici all’insegna del verde, in modo da stimolare negli alunni atteggiamenti di responsabilità nei confronti dell’ambiente».

Questi gli alunni partecipanti al progetto: Diletta Arcoria, Marianna Barbara, Pasquale Cantarella, Gaia Di Palma, Placido Falcone, Noemi Furneri, Alessia Pia Gallina, Biagio Galvagno, Davide Greco, Alessia Lavenia, Giulia Lavenia, Alessandra Mauro, Rebecca Mazzaglia, Raffaele Nicotra, Maria Pappalardo, Rossana Pastanella, Giorgia Petralia, Ivan Pulvirenti, Giuseppe Rapisarda, Francesco Romano, Vincenzo Salvà, Salvatore Santangelo, Dario Todero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scuola

Studenti dell’Ipsia di Biancavilla impegnati in attività alla StMicroelectronics

Alternanza scuola-lavoro: la collaborazione tra gli alunni e la multinazionale è durata 9 mesi

Pubblicato

il

Nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento, gli alunni dell’Ipsia “Efesto” di Biancavilla hanno svolto attività di alternanza scuola-lavoro presso la sede catanese di STMicroelectronics, la multinazionale produttrice di componenti elettronici a semiconduttore.

La collaborazione tra l’azienda e la scuola secondaria biancavillese, durata nove mesi, ha visto gli studenti impegnati in attività di manutenzione preventiva con check-list dei macchinari presenti nello stabilimento industriale, preceduti da specifici corsi sulla sicurezza per l’esercizio delle stesse attività.

Seguiti dal Prof. Giovanni D’Amato, referente PCTO dell’istituto biancavillese, e dalla dottoressa Emanuela Alì, responsabile stage e tirocini per STM, e affiancati da tutor esperti, gli studenti hanno concluso con successo il percorso.

Questa è solo l’ultima di una serie di collaborazioni che l’istituto biancavillese ha avviato con aziende ed enti del comprensorio, con l’obiettivo di consolidare con l’esperienza pratica le conoscenze acquisite a scuola e testare sul campo le attitudini degli studenti, favorendo il loro ingresso post-diploma nel settore lavorativo della manutenzione e assistenza tecnica in ambito elettrico, elettronico, meccanico e termotecnico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti