Connettiti con

Scuola

La “Sturzo” evacuata in soli 2’54”: prova riuscita, scuola premiata

Pubblicato

il

scuola-media-luigi-sturzo

Esercitazione per evento sismico nella scuola di viale Cristoforo Colombo. Attestato di riconoscimento conferito dal Consiglio Comunale per l’attività di prevenzione svolta.

 

di Vittorio Fiorenza

L’allarme è stato azionato all’improvviso: nessun insegnate e nessun alunno erano stati avvertiti. Il segnale lo hanno riconosciuto tutti: terremoto. Ed ecco scattare quindi le procedure di evacuazione della scuola. Tutti a seguire le regole che la tipologia di evento impone.

Soltanto una esercitazione, per fortuna, quella svolta dalla scuola media “Luigi Sturzo” di Biancavilla. Ma eseguita con ordine e precisione, al punto che in 2’54” l’edificio era stato completamente evacuato con tutti gli alunni usciti fuori e messi in spazi sicuri. Un tempo ottimale, come appurato da alcuni consiglieri comunale che casualmente si trovavano in istituto.

Ecco perché, adesso, il Consiglio Comunale ha voluto conferire un riconoscimento alla “Sturzo” per essersi distinta in un’attività di prevenzione considerata fondamentale in un territorio ad alto rischio sismico.

È stato il presidente Vincenzo Cantarella a dare un attestato di riconoscimento al dirigente scolastico Sergio Marra, alla presenza dei rappresentanti della scuola, in tutte le sue articolazioni, a cominciare dai vertici dello staff della sicurezza con l’ing. Natale Saccone, il prof. Giovanni D’Alì e la prof. Rosa Magro.

In aula con Cantarella, anche i presidenti della commissione “Pubblica Istruzione”, Vincenzo Amato, e della commissione “Lavori pubblici”, Giuseppe Pappalardo, e il consigliere Gino Randazzo.

«Il Consiglio Comunale –ha detto il preside Marra– ha dato un grande riconoscimento alla scuola, io sono solamente il coach di un gruppo più articolato perché la sicurezza è un lavoro di squadra, in cui ognuno (dai docenti al personale tecnico-amministrativo, fino agli alunni) deve sapere cosa fare in ogni evento».

riconoscimento-scuola-sturzo-per-esercitazione-evacuazione

Un momento dell’incontro pubblico nell’assemblea cittadina

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Sostenibilità ambientale, nelle scuole di Biancavilla erogatori di “acqua buona”

Progetto quinquennale, l’assessore Luigi D’Asero: «Minore consumo di plastica, servizio gratuito»

Pubblicato

il

Il Comune di Biancavilla ha aderito al progetto “L’Acqua che fa Scuola”. A partire dal prossimo anno scolastico, sarà a disposizione “acqua buona” per i ragazzi delle scuole. L’obiettivo è educare i più piccoli ad un atteggiamento responsabile nei confronti della sostenibilità ambientale.

L’installazione di un erogatore d’acqua nelle scuole riduce in maniera sensibile l’utilizzo della plastica.

«L’iniziativa – spiega l’assessore alla Pubblica Istruzione, Luigi D’Asero – rappresenta un ulteriore passo in avanti dell’amministrazione in tema di ecologia e rispetto dell’ambiente per il minor consumo di plastica. Nel contempo, per i bambini e tutto il personale scolastico, il servizio completamente gratuito».

Il progetto avrà una durata complessiva di 5 anni e prevede anche il coinvolgimento degli operatori commerciali del territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili