Connettiti con

Scuola

“Settimana scientifica” con 5 scuole, un progetto sull’Etna del 2° Circolo

Pubblicato

il

progetto-etna-del-2-circolo-alle-ciminiere

Cinque scuole della provincia di Catania, tra cui il Secondo circolo didattico di Biancavilla, protagoniste al centro fieristico “Le Ciminere” di Catania per la “Settimana di diffusione della cultura scientifica”. Oltre all’istituto biancavillese, la promozione dell’iniziativa è stata curata dagli Istituti comprensivi “Italo Calvino” e “Dusmet-Doria” di Catania, l’Istituto comprensivo “Carlo Alberto Dalla Chiesa” di San Giovanni La Punta e dalla scuola secondaria di 1° grado “M. Pluchinotta” di Sant’Agata Li Battiati.

Presentati i progetti “A scuola di robotica” ed “Etna: un patrimonio naturale scientifico al servizio dell’umanità”, finanziati dal Ministero della Ricerca Scientifica, unici in Sicilia tra i trenta riconosciuti in tutta Italia.

A coordinare le attività della rete sono stati Benedetta Gennaro, dirigente scolastico del Secondo circolo didattico di Biancavilla, per il progetto sull’Etna, e Salvatore Impellizzeri, dirigente dell’Istituto “Italo Calvino” di Catania, per la robotica.

«La manifestazione, oltre ad essere il naturale e dovuto momento divulgativo delle attività realizzate, si è dimostrata –sottolineano i promotori– una significativa occasione di socializzazione e confronto tra sistemi organizzativi e pratiche didattiche nella realizzazione di un progetto comune ed inoltre è stato un valido momento formativo per gli alunni ai quali è stato affidato il compito di relazionare in merito al lavoro svolto e che hanno dato così prova di capacità di sintesi e di argomentazione nonché dell’abilità di parlare in pubblico davanti ad un’affollata platea».

Le scuole, nella realizzazione in aula, sono state affiancate da esperti del settore messi a disposizione dalle Associazioni PPM “Palestra per la mente”, NeT “Natura e Turismo” e “Stelle e ambiente” che hanno saputo catturare l’attenzione degli studenti e guidarli ad acquisire nuove conoscenze e competenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Sostenibilità ambientale, nelle scuole di Biancavilla erogatori di “acqua buona”

Progetto quinquennale, l’assessore Luigi D’Asero: «Minore consumo di plastica, servizio gratuito»

Pubblicato

il

Il Comune di Biancavilla ha aderito al progetto “L’Acqua che fa Scuola”. A partire dal prossimo anno scolastico, sarà a disposizione “acqua buona” per i ragazzi delle scuole. L’obiettivo è educare i più piccoli ad un atteggiamento responsabile nei confronti della sostenibilità ambientale.

L’installazione di un erogatore d’acqua nelle scuole riduce in maniera sensibile l’utilizzo della plastica.

«L’iniziativa – spiega l’assessore alla Pubblica Istruzione, Luigi D’Asero – rappresenta un ulteriore passo in avanti dell’amministrazione in tema di ecologia e rispetto dell’ambiente per il minor consumo di plastica. Nel contempo, per i bambini e tutto il personale scolastico, il servizio completamente gratuito».

Il progetto avrà una durata complessiva di 5 anni e prevede anche il coinvolgimento degli operatori commerciali del territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili