Connettiti con

Associazionismo

Le mamme del 2° Circolo didattico a favore della parrocchia Sacro Cuore

Pubblicato

il

chiesa-sacro-cuore

La chiesa del “Sacro Cuore”

Una raccolta di generi di prima necessità da destinare alle oltre 50 famiglie bisognose seguite dalla parrocchia retta da padre Francesco Rubino. Merito dei plessi scolastici di via dei Mandorli, “Grassura” e “Cielo stellato”.

 

di Vittorio Fiorenza

L’idea è nata spontanea da alcune mamme di alunni del Secondo circolo didattico di Biancavilla: raccogliere generi di prima necessità e distribuirli a famiglie che ne abbiano bisogno. Per individuarle, si è pensato di coinvolgere la parrocchia del “Sacro Cuore”.

Una iniziativa di solidarietà che è nata e si è sviluppata al di fuori dei soliti canali. E la risposta di generosità non si è fatta attendere, andando ben oltre ogni previsione con una entusiasta partecipazione dei plessi di via dei Mandorli, della “Grassura” e anche del “Cielo stellato”.

In appena una settimana, tante famiglie hanno portato prodotti alimentari, articoli per l’infanzia ed altri generi di quotidiana necessità.

Portati nei locali della parrocchia, retta da padre Francesco Rubino, tutti i prodotti saranno distribuiti ad oltre cinquanta famiglie, le stesse che mensilmente sono seguite dalla Caritas. Parte di quanto raccolto è stato lasciato ad alcuni alunni del Secondo Circolo.

Le promotrici mostrano piena soddisfazione: «Non ci sono soltanto le famiglie numerose come accadeva un tempo, adesso bussano in parrocchia giovani coppie, anche con un solo figlio, che hanno difficoltà a comprare latte ed omogeneizzati. Ecco perché si è voluto dare un segnale di solidarietà che si aggiunge alla consueta raccolta. Il nostro auspicio è che iniziative di questo tipo siano sempre più numerose perché a Biancavilla sono sempre più numerose le famiglie ad avere bisogno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Associazionismo

Lions e Leo club in campo a Biancavilla per uno screening gratuito sul diabete

L’iniziativa è stata promossa in occasione della Giornata mondiale sulla prevenzione della malattia

Pubblicato

il

Il Lions e il Leo club Adrano Bronte Biancavilla in prima linea per la “Giornata di prevenzione del diabete”. Presso lo spazio esterno del supermercato Decò di Biancavilla effettuato uno screening gratuito del diabete e di altri accertamenti utili alla prevenzione del rischio cardiovascolare.

L’iniziativa ha visto partecipare numerosi cittadini, che si sono sottoposti allo screening consentendo al gruppo specializzato di effettuare oltre 70 esami. L’immediato risultato delle analisi ed i consigli del diabetologo dr. Domenico Arcoria hanno pienamente soddisfatto gli utenti tutti che hanno gradito molto l’attività svolta. Dai risultati ottenuti si è evidenziato che il 7% degli esaminati è affetto da diabete. Ma ancor più importante è stato l’aver scoperto 8 soggetti (6 maschi e 2 femmine) che non sapevano di esserlo. Per questi soggetti con glicemia alta e, quindi, verosimilmente diabetici, si è consigliato di dare corso ad un tempestivo avvio agli accertamenti e cure del caso attraverso i loro medici di famiglia.

In ogni caso lo screening non ha mire di tipo clinico. I risultati andranno sottoposti all’attenzione dei medici curanti al fine di una migliore stratificazione della popolazione verso l’incidenza della malattia diabetica.

Ha coordinato l’iniziativa il dr. Domenico Arcoria, delegato distrettuale per il tema “Diabtete – Causa Umanitaria Globale”. Presenti Grazia Liotta, presidente Lions Club Adrano Bronte Biancavilla, Francesco Spataro, presidente Leo, Pietro Cortese, delegato agli screening sanitari oncologici, Salvuccio Furnari, coordinatore distrettuale Gst Area 3 Ct, officers distrettuali e numerosi soci lions e leo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili