Connettiti con

Associazionismo

Lo Scanderbeg e il Carpi insieme, nuove prospettive per i meritevoli

Pubblicato

il

Si è tenuta a “Villa delle Favare” la presentazione del rapporto di collaborazione tra Scanderbeg e F. C. Carpi, rappresentato da Alvaro Riva, responsabile affiliazioni delle Academy Carpi.

Alla presenza di una gremita sala, hanno preso la parola il presidente dello Scanderbeg, Davide Caruso, il responsabile della scuola calcio biancorossa, Andrea Cordaro, Mario Scaccianoce, responsabile tecnico del settore giovanile, e Alessio Leotta in qualità di psicologo dello sport.

Entusiasmo contagioso da parte dei ragazzi che respireranno a Biancavilla aria nuova, con prospettive anche per i più meritevoli che potrebbero effettuare anche provini con la società emiliana.

Lo Scanderbeg è ufficialmente tra le 44 società dilettantistiche e giovanili affiliate, un marchio che ha coinvolto anche compagini a Malta, in Irlanda e in Belgio.

Soddisfazione da parte di tutto l’entourage dello Scanderbeg. Così Davide Caruso, numero 1 della società biancavillese: «La nostra collaborazione con il Carpi è ben distante dal concetto di affiliazione propedeutico alla vendita del kit. Abbiamo tracciato le linee guida del nostro percorso comune, ci rivediamo nel Carpi società modello e dalla quale è opportuno credere che i sogni possono diventare realtà con abnegazione, spirito di sacrificio e passione per lo sport, vere componenti vincenti per diventare grandi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Associazionismo

Autismo e riabilitazione: incontro del Lions club a Villa delle Favare

Pubblico di insegnanti e genitori per un tema affrontato da una psicologa e una musicoterapista

Pubblicato

il

“Parliamo di Autismo e Riabilitazione”. È il tema discusso in un incontro a Villa delle favare, organizzato dal Lions club Adrano Bronte Biancavilla, in collaborazione con il 1° Circolo Didattico “San Giovanni Bosco”.

Sono state la psicologa Giuliana Camarda e la musicoterapista e psicomotricista funzionale Marilena Lanzafame ad affrontare l’argomento davanti ad un numeroso pubblico, composto prevalentemente da insegnanti, da rappresentanti dei genitori e soci del club.

A moderare l’incontro, Salvuccio Furnari, referente Gst area catanese, che ha illustrato i punti salienti che riguardano i disturbi dello spettro autistico.

Ha concluso la delegata distrettuale al service Giuseppina Siracusa, che ha presentato il ruolo e le iniziative dei Lions a favore dei soggetti con fragilità, soffermandosi in particolare sulla nascita e del laboratorio di Arti Musive PDG Cesare Fulci di Barcellona Pozzo di Gotto. Proiettato anche un filmato sui lavori svolti ed eseguiti da soggetti affetti da autismo seguiti dal centro.

Intervenuti all’incontro anche l’assessore alla Pubblica Istruzione, Vincenzo Randazzo, la presidente del Lions Club, Graziella Portale, la dirigente scolastica Alfina D’Orto, e l’assistente sociale Mariateresa Mazza. Quest’ultima, referente area orientale del service, ha introdotto le motivazioni degli obiettivi dell’incontro e le caratteristiche tipiche delle persone affette da autismo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti