Connettiti con

Fuori città

Marinella Cavallaro, la grande forza sui pedali della mamma-ciclista

Pubblicato

il

marinella-cavallaro

Marinella Cavallaro sulle strade di Zafferana Etnea in occasione dell’ultima competizione

Licodiese di 38 anni, per la società ciclistica “Etna Biancavilla” ha vinto il “Campionato italiano centro sud della montagna”. L’associazione guidata da Pietro Lavenia, nata 32 anni fa, si conferma una realtà solida e vivace.

 

di Vittorio Fiorenza

Diciassette chilometri in salita: una faticaccia. Ma non per Marinella Cavallaro, licodiese di 38 anni, che per la società “Etna Biancavilla” si è aggiudicata il primo posto della categoria “Donna” nel “Campionato italiano centro sud della montagna”, svoltosi a Zafferana Etnea.

pietro-lavenia

Pietro Lavenia

Insegnante di educazione fisica, mamma di due figli, Giuseppe e Lucia, Marinella ha cominciato a livello agonistico nel 2003. Da alcuni anni corre per l’associazione biancavillese, una realtà solida e vivace, guidata dal presidente Pietro Lavenia.

Come nasce questa passione? «La bici è libertà, ti porta ovunque e non conosce ostacoli», dice Marinella a Biancavilla Oggi.

Stessi valori per gli altri componenti della “Asd Sc Etna Biancavilla”. Nata 32 anni fa, oggi l’associazione conta su una ventina di atleti. Oltre a Marinella Cavallaro, si distinguono Giuseppe Lavenia, Alfio Ventura e Rosanna Messina, tutti e tre di Biancavilla.

«L’anno prossimo saremo molto più competitivi –assicura il presidente Pietro Lavenia– la nostra è una realtà sana e, nonostante dal Comune siamo poco riconosciuti, abbiamo dato tanto alla città di Biancavilla, che tradizionalmente ha una forte passione per il ciclismo».

societa-calcistica-etna-biancavilla

Parte degli atleti della “Asd Sc Etna Biancavilla”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Fuori città

Giovanni Lau, biancavillese d’adozione nominato cavaliere dal Capo dello Stato

Onorificenze del presidente Sergio Mattarella, cerimonia con il prefetto al teatro “Bellini” di Catania

Pubblicato

il

Cerimonia di consegna, al teatro “Bellini” di Catania, dei diplomi agli insigniti delle Onorificenze dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana”. A ricevere il titolo di cavaliere anche un biancavillese d’adozione, l’ing. Giovanni Lau.

I titoli, concessi dal Presidente della Repubblica il 27 dicembre 2021, sono destinati a coloro che si sono distinti per meriti verso la Nazione. Il prefetto Maria Carmela Librizzi, insieme ai ragazzi di “Musicainsieme a Librino”, hanno nominato Commendatore anche gli attori Tuccio Musumeci e Pippo Pattavina.

La cerimonia, nell’ambito del 76esimo anniversario della Repubblica, è stata presentata da Salvo La Rosa. A parteciparvi, anche il sindaco di Biancavilla, Antonio Bonanno, sul palco assieme a Giovanni Lau e al prefetto.

«A Giovanni Lau –ha detto Bonanno– vanno le mie felicitazioni e il mio ringraziamento per quanto fatto in favore della comunità biancavillese. Tra le sue opere meritorie si annovera anche la donazione di un defibrillatore, installato proprio all’ingresso della Casa comunale. Il Tricolore che da stasera adorna il Teatro Massimo Bellini di Catania illumini anche i nostri cuori e li riempia di autentico orgoglio: l’orgoglio di essere italiani».

A conclusione, il Concerto per la Repubblica eseguito dall’Orchestra del Teatro Massimo Bellini diretta dal Maestro Fabrizio Maria Carminati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili