Connettiti con

Scuola

“Lucy is pretty” alla Sturzo, ma fare l’inglese a Brighton lo è molto di più

Pubblicato

il

studenti-sturzo-in-stage-inghilterra

Il gruppo di studenti della scuola media “Luigi Sturzo” ospiti a Brighton

Viaggio di formazione in Inghilterra per un gruppo di alunni della scuola media “Luigi Sturzo”. Una full immersion di conoscenza linguistica all’Ovingdean Hall College.

 

di Alessio Leotta

Stage linguistico e culturale in Inghilterra per un gruppo di alunni della scuola media “Luigi Sturzo”. Per una settimana, 31 studenti di Biancavilla, accompagnati dal dirigente scolastico Mario Amato e dalle insegnanti Rita Crispi, Rosetta Borzì e Rossella Magro, hanno maturato l’esperienza di approfondire l’uso e la conoscenza dell’inglese, in una full immersion all’Ovingdean Hall College di Brighton (città di 156mila abitanti) che li ha portati a conseguire la certificazione finale.

Archiviati i tempi in cui l’inglese si studiava in classe davanti a noiosissimi libri, ripetendo a pappagallo le solite frasi: «Lucy is pretty», «Give me the pen», «The book is on the table». Vuoi mettere il fascino di imparare in tutt’altro sfondo rispetto alle nostre opprimenti aule scolastiche?

La “Sturzo” di Biancavilla ripete l’esperienza da diversi anni. L’Ovingdean Hall College è situato in uno splendido scenario, circondato da una rigogliosa campagna e da una meravigliosa vista sul mare. Vivere lì, avere avuto un college dove poter svolgere attività formative con moderni strutture e poter fare attività sportive, ha stimolato i ragazzi. Un’esperienza formativa che li ha arricchiti.

Non solo l’opportunità di affinare le conoscenze della lingua inglese, in un campus che dispone dei più moderni sussidi didattici. Gli alunni biancavillesi si sono confrontati con il mondo anglosassone in un continuo confronto con la nostra cultura. Per ragazzi e ragazze dagli 11 ai 14 anni non è cosa da poco.

© RIPRPODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Volontari della parrocchia dell’Idria a sostegno degli alunni della “Sturzo”

“Pomeriggio insieme”: intesa tra padre Giovambattista Zappalà e la preside Concetta Drago

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Nel periodo post pandemia si è assistito ad un aumento di ragazzi con difficoltà nell’ambito scolastico. Una delle motivazioni possibili è da attribuire alla didattica a distanza. La Dad ha lasciato, infatti, segni evidenti nella fascia adolescenziale.

Nasce in questo contesto, a Biancavilla, l’iniziativa di collaborazione tra la parrocchia Santa Maria dell’Idria e la scuola media “Luigi Sturzo”.

Alcuni volontari della parrocchia, tra cui docenti, ex docenti e professionisti, si sono resi disponibili a dedicare un po’ del loro tempo per gli alunni che vogliono migliorare il loro bagaglio culturale. 

La proposta di collaborazione rivolta dal parroco don Giovanbattista Zappalà e la disponibilità dei volontari sono state accolte favorevolmente e con spirito di grande cooperazione dal dirigente scolastico Concetta Drago. 

Il gruppo di volontari è stato denominato “Pomeriggio insieme”, volendo rimarcare dunque che il suo scopo non è solo arrivare ad una formazione scolastica. Ma anche stare assieme, svolgendo attività ricreative, oltre quelle legate allo studio. 

Le attività si svolgeranno ogni settimana, da lunedì a venerdì, dalle 15.30 alle 17.00 e saranno aperte a tutti i ragazzi che lo vorranno. Ulteriori informazioni potranno essere chieste in parrocchia o a scuola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili