Connettiti con

Scuola

Lezione di greco ai bambini delle Elementari con docenti universitari

Pubblicato

il

lezione-di-greco-ai-bambini-istituto-maria-ausiliatrice

Un momento di una lezione in classe all’Istituto Maria Ausiliatrice di Biancavilla

Bambini di scuola elementare a lezione di greco tenuta da docenti universitari. È un’iniziativa singolare ed inedita, quella che viene sperimentata nelle classi dell’Istituto “Maria Ausiliatrice” di Biancavilla, gestito dalle suore salesiane.

E contrariamente a quanto si possa immaginare, i bambini stanno rispondendo agli incontri didattici con entusiasmo, coinvolgimento e curiosità.

A proporre i progetti “Dal greco antico al greco moderno: le radici della lingua e della civiltà” e “Giocando e parolando in greco” è il dipartimento “Studi umanistici” dell’Università di Catania con il coordinamento della prof. Katerina Papatheu con l’assistenza di Antonio R. Pasqualino e Roberta Riciputo.

Rispetto ai tanti progetti didattici che investono, spesso in maniera frivola e didatticamente discutibile, gli studenti, l’iniziativa che coinvolge l’istituto scolastico biancavillese ha senz’altro una valenza didattica molto articolata.

Il progetto si pone come obiettivo formativo generale di fare acquisire le conoscenze strutturali di base della lingua e della civiltà greca attraverso l’apprendimento interattivo e ludico.

«L’apprendimento della lingua moderna, inoltre, contribuisce –viene spiegato dai promotori dell’Università di Catania– anche all’affermazione personale degli individui e agli scambi interculturali, promuovendo sia un atteggiamento positivo verso l’“altro” in genere sia un atteggiamento funzionale all’acquisizione di comportamenti orientati alla solidarietà, alla cooperazione, alla diversità e all’accoglienza. In tal modo lo studente è orientato verso un ridimensionamento degli stereotipi culturali che solitamente assorbe – in modo passivo e inconsapevole – dal mondo circostante, così da guidarlo a una maggiore comprensione e rispetto dei contesti culturali estranei al proprio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scuola

Lavori di consolidamento finiti, festoso ritorno degli alunni al plesso “Grassura”

L’assessore Vincenzo Randazzo: «In una ventina di giorni riconsegnate aule sicure alla scuola»

Pubblicato

il

Una festa spontanea all’insegna della gratitudine e dell’accoglienza ricevuta, il ritorno in classe degli alunni del 2° Circolo didattico, plesso “Grassura” di Biancavilla.

La conclusione dei lavori di consolidamento e messa in sicurezza delle aule è stata salutata dai ragazzi della scuola con musiche e messaggi di ringraziamento. Una cerimonia informale.

Presenti la dirigente scolastica Titti Gennaro, l’assessore alla Pubblica Istruzione, Vincenzo Randazzo, e due suore dell’Istituto “Maria Ausiliatrice”. Istituto che ha ospitato per poche settimane alcune classi del 2° Circolo.

«È stato fatto un eccellente lavoro di collaborazione – osserva l’assessore Randazzo – grazie al quale, in un ventina di giorni, siamo riusciti a riconsegnare aule sicure alla scuola. Un grazie di cuore va a tutti, a partire dalla Regione Siciliana, che ha messo a disposizione le risorse per rifare solai e controsoffitti. Garantito così un tetto sicuro ai nostri ragazzi ed evitando i doppi turni. Grati anche alla dirigente Gennaro, alle suore, alla dirigente dell’Istituto tecnico industriale, Concetta Centamore, e al sindaco metropolitano Enrico Trantino, da cui dipende l’istituto».

Nell’ampio cortile della scuola, dopo aver cantato “Supereroi”, i giovanissimi studenti della scuola hanno letto messaggi di ringraziamento rivolti al sindaco Bonanno e alle suore salesiane. All’indirizzo di quest’ultime la bellissima lettera firmata dalla dirigente scolastica e da tutti gli insegnanti del plesso “Grassura”: «L’Istituto Maria Ausiliatrice è sempre stato una garanzia di premura e di accoglienza. Grazie per la disponibilità e per la delicatezza con cui siamo stati ospitati… Come amava dire sempre Don Bosco: “Nessuna predica è più edificante del buon esempio”».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti