Connettiti con

Politica

Mignemi e Portale nominati assessori, ne “beneficia” anche l’opposizione

Per spianare la strada al fratello, Carmelo Mignemi lascia il Consiglio: entra Alfio Distefano

Pubblicato

il

Andiamo con ordine: Vincenzo Mignemi è il nuovo assessore a Biancavilla. Lo ha nominato il sindaco Antonio Bonanno, dopo la casella lasciata libera da Vincenzo Amato. Un epilogo ampiamente anticipato da Biancavilla Oggi. Il primo cittadino ha proceduto anche alla nomina del “sostituto” di Nino Finocchiaro, dimessosi per turnover interno al proprio gruppo. Al suo posto entra Salvatore Portale, diretto riferimento di Antonio Portale, uno degli esponenti di Forza Italia a Biancavilla.

Non è finita qui. Per consentire la nomina di Vincenzo Mignemi, il fratello Carmelo ha rassegnato le dimissioni da consigliere comunale, dopo esservi entrato in qualità di candidato sindaco non eletto. Le sue dimissioni sono state necessarie in quanto l’ingresso del fratello in Giunta avrebbe costituito un palese conflitto di interessi non consentito dalla normativa. Il posto lasciato vuoto in aula da Carmelo Mignemi dovrebbe essere ora occupato da Alfio Distefano, primo dei non eletti della coalizione sostenitrice di Mignemi.

Quadruplo salto nel circo della politica

Una sola mossa ha innescato un vortice che ha portato alla dimissione di due assessori e alla nomini di altri due, oltre alle dimissioni di un consigliere ed al subentro di un altro. Un rimescolare di carte. Contorsioni della politica biancavillese, che dà un nuovo assetto alla Giunta e allo schieramento di governo e, per effetto collaterale, ne beneficia anche l’opposizione.

Se la maggioranza, infatti, dopo il passaggio da sinistra a destra di Vincenzo Mignemi e Rosanna Bonanno, guadagna due componenti, la minoranza (ovvero il Partito democratico) acquisisce un seggio, per diretta conseguenza delle dimissioni di Carmelo Mignemi. Dimissioni necessarie per spianare la strada assessoriale del fratello. Può finalmente brindare Alfio Distefano che da anni tentava di mettere piede nell’assemblea cittadina e che adesso su di lui convergono alte aspettative. Aspettative legate a vitalizzare un’opposizione consiliare che finora si è dimostrata assenteista, muta, irrilevante, estranea al dibattito pubblico.

Certo è che, da qualsiasi punto di vista si guardi la politica biancavillese, in questo momento, provoca un vero giramento di testa. Dalla prassi trasversale dei cosiddetti “turnover” si è passati ai quadrupli “salti mortali”. Il circo della politica locale non smette mai di stupire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Il sindaco Antonio Bonanno rieletto nel Consiglio regionale dell’Anci Sicilia

Scelta presa dall’assemblea congressuale dell’associazione che riunisce tutti i comuni dell’Isola

Pubblicato

il

Il sindaco di Biancavilla, Antonio Bonanno, è stato rieletto nel Consiglio regionale di Anci Sicilia. Una scelta della dodicesima dell’associazione che raggruppa i 391 comuni dell’Isola.

“Sono davvero onorato – dice Bonanno – di continuare a rappresentare gli enti locali siciliani e di contribuire grazie all’Anci al miglioramento della qualità di vita dei cittadini e alla crescita dei nostri territori. Ringrazio i miei colleghi sindaci per la fiducia che hanno riposto in me”.

“Da primo cittadino di Biancavilla mi è offerta la possibilità di offrire il mio contributo all’Anci. Nel consiglio regionale – specifica Bonanno- continuerò a lavorare ancora di più per i nostri Comuni avendo cura di informare e coinvolgere tutti i cittadini siciliani”.

Il sindaco di Biancavilla ringrazia “il presidente uscente, Leoluca Orlando, per avere guidato Anci Sicilia con spirito combattivo. Al nuovo presidente Paolo Amenta auguro buon lavoro assicurandogli massima collaborazione”.

RIPRODUZIONE RISERVATA 

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili.