Connettiti con

Politica

A Biancavilla bolletta rifiuti dimezzata per le famiglie, azzerata per le aziende

Sono gli effetti della differenzata all’80%, il sindaco Bonanno: «Se non è riduzione delle tasse questa…»

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

«Tari 2021 azzerata per la maggior parte delle partite Iva e abbattimento del 48% della parte variabile delle bollette. Se non è riduzione delle tasse questa…».

L’annuncio è del sindaco Antonio Bonanno. La notizia sulla riduzione della bolletta sui rifiuti, che negli anni è lievitata al punto da essere il balzello più odiato dai cittadini, è legata agli ottimi risultati sulla differenziata. Dati che fanno balzare Biancavilla nella top hit tra i comuni siciliani.

Bonanno spiega: «La mia giunta ha approvato una delibera che dà una sforbiciata alla tassa sui rifiuti pagata da ogni cittadino. Alle agevolazioni attraverso i fondi nazionali e regionali abbiamo aggiunto i benefici che derivano alla città di Biancavilla per l’alta percentuale – oltre l’80% – di raccolta differenziata. Il risultato è che le bollette dei cittadini saranno meno salate e tutto ciò in controtendenza rispetto agli aumenti indiscriminati nell’ambito del settore energetico».

Nello specifico, la Tari 2021 sarà azzerata del tutto per gran parte delle partite Iva. Le poche eccezioni riguardano le attività non penalizzate dalla crisi legata all’emergenza Covid. Per le utenze domestiche il taglio netto è del 48% sulla parte variabile.                                  

«La buonissima notizia –dice il sindaco– è che a fine anno i cittadini riceveranno una bolletta di conguaglio molto “leggera” – pochi euro in tutto – rispetto a quella cui siamo abituati di solito. È una boccata di ossigeno anche per i piccoli commercianti che provano a risalire la china dopo i grandi disagi provocati dalla pandemia».

La bolletta alleggerita arriverà, nonostante l’aumento dei costi di conferimento in discarica, che riguarda l’intera regione.

«Ridurre una tassa del genere in maniera significativa –sottolinea il sindaco Bonanno– è un risultato sorprendente. Voglio ricordare, infatti, che in questi mesi abbiamo subito l’aumento dei costi di conferimento dei rifiuti a causa della chiusura di alcune discariche».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. DinDin

    30 Novembre 2021 at 14:14

    Secondo il principio “pagare meno ma pagare tutti”, adesso occorre scovare gli evasori della TARI e dell’IMU e far loro pagare quanto non versato nelle casse del Comune. Forse sarà possibile un ulteriore ribasso per tutti i cittadini che hanno pagato sempre gli enormi balzelli richeisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Vincenzo Giardina lascia il Consiglio Comunale, subentra Giuliana Pennisi

L’esponente politico di Fratelli d’Italia mantiene la carica di assessore ed il ruolo di vice sindaco

Pubblicato

il

Vincenzo Giardina lascia il ruolo di consigliere comunale e dà spazio a Giuliana Pennisi, che si era candidata nella lista “Biancavilla mi piace”. Giardina, esponente di Fratelli d’Italia, si dimette da consigliere, ma resta assessore in Giunta, peraltro con il ruolo di vicesindaco attribuitogli dal primo cittadino Antonio Bonanno.

«La fiducia accordatami dal sindaco con la nomina a vice sindaco -spiega Giardina- non mi permette di svolgere al meglio entrambi i ruoli».

Da qui la scelta delle dimissioni dall’assemblea cittadina, nella quale si era insediato quale primo degli eletti della lista.

«Sono orgoglioso di aver ricoperto questa carica e di essermi impegnato, nei limiti delle mie possibilità, nel dare il mio contributo a questa importante assemblea elettiva. In questi anni -specifica Giardina- insieme a tutti i miei colleghi consiglieri e tutta l’amministrazione, abbiamo varato tantissimi atti amministrativi volti esclusivamente a migliore la nostra amata città».

«A fine 2022 -ricorda ancora Giardina- con l’approvazione di un transazione, su un debito molto oneroso ereditato dalla passata amministrazione, abbiamo anche messo fine ad una situazione di difficoltà economica e finanziaria dell’Ente portando a termine l’obiettivo del risanamento dello stesso e garantendo per gli anni avvenire una serena pianificazione ed organizzazione della macchina amministrativa».

Alla prima seduta consiliare utile, l’insediamento di Giuliana Pennisi, alla sua prima esperienza politico-istituzionale. «Sono certo che chi mi sostituirà -dice Giardina- sarà assolutamente all’altezza del ruolo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili.