Connettiti con

Foto

Multe della polizia municipale ad incivili ripresi dalle telecamere

Pubblicato

il

Infinità civiltà e sfacciataggine di cittadini biancavillesi, che si ostinano a non rispettare le regole. Ma le telecamere del Comune li hanno beccati. Gli impianti di videosorveglianza a circuito chiuso e le fotocamere dislocate in tutto il territorio hanno permesso di smascherare, solo in questi ultimi giorni, diversi “sporcaccioni”: in particolare, l’azione dei vigili urbani si è concentrata lungo via Matteotti e in piazza Annunziata.

Gli agenti di Polizia municipale stanno monitorando in queste ore i risultati delle immagini e, va detto, che sono già stati individuati alcuni incivili ai quali è già stato notificato il relativo verbale di multa.
In una circostanza, è stato filmato persino un bimbo – evidentemente “utilizzato” dai familiari – per andare a gettare sacchi stracolmi di immondizia in piazza Annunziata.

L’azione voluta dall’amministrazione comunale proseguirà, concentrandosi anche in altre zone della città: l’intento è quello di dar vita ad un monitoraggio a tappeto che permetta di eliminare l’incresciosa abitudine di insozzare la città senza alcun ritegno.

«Sui rifiuti si gioca una partita decisiva per il nostro Comune – interviene il sindaco Antonio Bonanno -: un fatto che ribadisco con forza e che resta una priorità della nostra attività amministrativa. A breve, vi forniremo altri particolari importanti sul fronte dei rifiuti. Il mio ringraziamento va al Corpo di Polizia municipale ed alla stragrande maggioranza dei biancavillesi che stanno dimostrando un altissimo senso civico. Proseguiamo, tutti assieme, su questa strada: con ancora più forza e determinazione».

Anche l’assessore alla Polizia municipale, Alfio Stissi, evidenzia l’importanza della strada tracciata sul fronte dei rifiuti: «L’impronta dev’essere quella del rispetto e di una cultura che ci tiri fuori dalle pessimi abitudini di un tempo. Da parte nostra, siamo – come sempre – a totale disposizione della città e dei cittadini per qualunque chiarimento. Ma evitiamo di sporcare una città che merita di essere valorizzata anche pretendendo che sia pulita come casa nostra».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Foto

Lo spettacolo di fuoco dell’Etna visto da Biancavilla squarcia il buio della notte

L’eruzione in corso appare ben visibile dalle terrazze e dai balconi delle abitazioni: uno show unico

Pubblicato

il

Uno spettacolo. L’Etna è uno show visto da Biancavilla. Bagliori rossi che risaltano sullo sfondo del nero della notte come pennellate di un dipinto. Lingue di fuoco che, per un gioco di prospettive, sembrano sovrastare le case e “baciare” la chiesa del Rosario (guarda anche la foto sotto).

L’attività eruttiva in corso dal cratere di sud-est è ben visibile pure da Biancavilla con la colata che è diretta verso la Valle del Bove. Altra colata con attività esplosiva anche dalla cosiddetta “Voragine” e dalla Bocca nuova.

Il rosso fuoco sui crateri sommitali del Vulcano “squarcia” la notte e incanta quanti possono ammirare uno spettacolo unico dalle terrazze o dai balconi di casa.

Fenomeni che stanno avvenendo nello stesso momento in cui pure lo Stromboli erutta.

«E no, non sono fenomeni collegati. Sono due vulcani –specifica il vulcanologo dell’Ingv di Catania, Boris Behncke – che sono praticamente sempre in attività, e nel loro repertorio ci sono anche frequenti trabocchi di lava (l’ultimo trabocco lavico dello Stromboli risale alla primavera del 2020)».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili