22082019GOODNEWS:

Multe della polizia municipale ad incivili ripresi dalle telecamere

Infinità civiltà e sfacciataggine di cittadini biancavillesi, che si ostinano a non rispettare le regole. Ma le telecamere del Comune li hanno beccati. Gli impianti di videosorveglianza a circuito chiuso e le fotocamere dislocate in tutto il territorio hanno permesso di smascherare, solo in questi ultimi giorni, diversi “sporcaccioni”: in particolare, l’azione dei vigili urbani si è concentrata lungo via Matteotti e in piazza Annunziata.

Gli agenti di Polizia municipale stanno monitorando in queste ore i risultati delle immagini e, va detto, che sono già stati individuati alcuni incivili ai quali è già stato notificato il relativo verbale di multa.
In una circostanza, è stato filmato persino un bimbo – evidentemente “utilizzato” dai familiari – per andare a gettare sacchi stracolmi di immondizia in piazza Annunziata.
L’azione voluta dall’amministrazione comunale proseguirà, concentrandosi anche in altre zone della città: l’intento è quello di dar vita ad un monitoraggio a tappeto che permetta di eliminare l’incresciosa abitudine di insozzare la città senza alcun ritegno.
«Sui rifiuti si gioca una partita decisiva per il nostro Comune – interviene il sindaco Antonio Bonanno -: un fatto che ribadisco con forza e che resta una priorità della nostra attività amministrativa. A breve, vi forniremo altri particolari importanti sul fronte dei rifiuti. Il mio ringraziamento va al Corpo di Polizia municipale ed alla stragrande maggioranza dei biancavillesi che stanno dimostrando un altissimo senso civico. Proseguiamo, tutti assieme, su questa strada: con ancora più forza e determinazione».

Anche l’assessore alla Polizia municipale, Alfio Stissi, evidenzia l’importanza della strada tracciata sul fronte dei rifiuti: «L’impronta dev’essere quella del rispetto e di una cultura che ci tiri fuori dalle pessimi abitudini di un tempo. Da parte nostra, siamo – come sempre – a totale disposizione della città e dei cittadini per qualunque chiarimento. Ma evitiamo di sporcare una città che merita di essere valorizzata anche pretendendo che sia pulita come casa nostra».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO