Connettiti con

News

Commissario ad acta adotta il Prg: atteso dalla Regione ok definitivo

Pubblicato

il

È stato adottato il nuovo Piano Regolatore Generale del Comune di Biancavilla. Lo strumento urbanistico è stato vagliato dal commissario ad acta, l’architetto Pietro Coniglio che, con i poteri sostitutivi del Consiglio Comunale, ha emanato l’atto di adozione del nuovo Piano. Adesso, scattano i tempi tecnici per la pubblicazione, poi la fase delle osservazioni dei cittadini e, quindi, l’approvazione, in modo definitivo, da parte della Regione.

Nel frattempo, il sindaco Giuseppe Glorioso ha annunciato un incontro pubblico per illustrare il nuovo piano e spiegare le opportunità e le modalità di partecipazione diretta della gente. L’incontro informativo per i cittadini verrà definito nei prossimi giorni e vedrà la partecipazione del commissario ad acta, dei progettisti e dei tecnici comunali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. Marco

    11 Febbraio 2017 at 15:49

    Bel colpo, peccato che la Regione non approverà mai, poichè sulla carta a Biancavilla dalla media tra i cittadini e le abitazioni esistenti abbiamo circa 9 vani pro capite, quindi non serve la costruzione di case nuove… dunque questo PRG è destinato ad essere cestinato….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

“Il respiro di Biancavilla”, la questione amianto diventa una mostra fotografica

Iniziativa di Inail e Università di Catania: immagini di Valentina Brancoforte e dell’archivio di Daniela Bellomo

Pubblicato

il

Si intitola “Il respiro di Biancavilla”. Martedì 11 giugno, alle ore 11.00, presso la Direzione territoriale Inail di via Cifali a Catania, inaugurazione della mostra fotografica. Iniziativa nata nell’ambito della attività previste dalla convenzione tra l’Inail Sicilia e l’Università degli studi di Catania.

Le opere fotografiche di Valentina Brancaforte e l’archivio fotografico di Daniela Bellomo, coordinatrice reggente della Consulenza tecnica per la salute e la sicurezza dell’Inail Sicilia, raccontano la storia degli abitanti di Biancavilla. Una popolazione esposta per oltre cinquant’anni alla fluoro-edenite, una fibra asbestiforme che ha provocato un elevato tasso di mortalità per mesotelioma.

L’istituzione della Sin (Sito interesse nazionale), avvenuta del 2001, si rese necessaria quando, a seguito di studi epidemiologici, venne scoperto negli affioramenti rocciosi della cava di Monte Calvario un nuovo minerale. Una struttura anfibolica, la fluoro-edenite, che presenta tre habitus: aciculare, fibroso e prismatico. Studi successivi hanno dimostrato che il nuovo anfibolo ha caratteristiche chimico-tossicologiche riconducibili all’asbesto.

I testi a corredo delle immagini sono di Daniela Bellomo, Valentina Brancaforte e Stefano Zuliani. Ha collaborato Caterina Ledda, docente associata di Medicina del lavoro all’Università di Catania. La mostra sarà visitabile fino al 12 luglio, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 12.00.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti