Connettiti con

Video

«Non si può morire d’indifferenza»: Symmachia lancia il video sulla Ss 284

Pubblicato

il

da Youtube / Symmachia Adrano Biancavilla

«Non si può morire d’indifferenza». In questo video di 2,50 minuti, il tentativo dell’associazione culturale Symmachia di sensibilizzare alla sicurezza stradale, ma senza dimenticare che, al di là della prudenza di chi guida, sono necessari interventi mirati, attesi da anni.

Il riferimento è alla Ss 284, nel tratto che attraversa i territori di Adrano, Biancavilla, Santa Maria di Licodia e Paternò, diventato teatro di frequenti incidenti, anche mortali.

Il video è rivolto ai sindaci dei quattro comuni, Pippo Ferrante, Giuseppe Glorioso, Salvatore Mastroianni e Mauro Mangano, al prefetto di Catania e al presidente dell’Anas. «Il fallimento delle istituzioni si è trasformato in indifferenza»: è la conclusione del filmato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. Max

    2 Ottobre 2014 at 13:31

    Nel video (molto bello) si vede un paraurti verde al margine della carreggiata dell SS284…….ebbene dopo mesi (il video sarà stato girato prima dell’estate) è ancora lì, esattamente nello stesso punto!
    Questo già dice tutto sullo stato di abbandono di questa strada maledetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Video

“Vara” di San Placido in custodia del Comune in attesa della manutenzione

Pubblicato

il

La “vara” di San Placido è in custodia del Comune di Biancavilla, in attesa degli interventi di manutenzione. Caricato su un camion, la monumentale opera lignea ha lasciato così la basilica, per essere trasportata nei locali dell’autoparco comunale, in zona “Martina”.

Di solito, una volta conclusi i festeggiamenti patronali di inizio ottobre, la “vara” veniva custodita nel garage di proprietà della chiesa madre, ad inizio di via Castriota. Ma questa volta ha cambiato direzione.

La “vara”, infatti, ha necessità di essere sottoposta ad interventi di manutenzione e restauro, a cura del Comune, che peraltro è il legale proprietario. Così, in attesa delle processioni del prossimo anno, l’amministrazione comunale ha deciso di prenderla in custodia e preparare le procedure di intervento, resesi urgenti dopo l’incidente verificatosi la sera del 6 ottobre.

Un angelo in legno, posto all’angolo di uno dei lati della “vara”, come si sa, si è staccato, fino a cadere in testa ad uno dei devoti. Per il malcapitato è stato necessario il trasporto al pronto soccorso dell’ospedale di Biancavilla e sottoposto a punti di sutura per medicare la ferita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Video

Sparo di mezzanotte per San Placido, evento ripristinato dopo cinque anni

Pubblicato

il




Lo sparo di San Placido a mezzanotte ha salutato la conclusione dei festeggiamenti patronali. Uno degli eventi più attesi e significativi delle tradizioni patronali di Biancavilla è stato così ripristinato, dopo essere stato cancellato nel 2014 (con un seguito di polemiche).

Il precedente stop è del 1990, quando lo spettacolo fu sospeso in segno di apprensione per la “Guerra del Golfo” con il conflitto tra l’Iraq di Saddam Hussein ed il Kuwait.

Già lo scorso anno era stato inserito in programma, ma a causa del terremoto, il programma del 6 ottobre fu cancellato. Quest’anno, i biancavillesi si sono riappropriati del finale di fuochi pirotecnici in onore di San Placido, affidato alla ditta Vaccalluzzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

Nero su Bianco Edizioni

Letterato, critico, traduttore e polemista. Ma anche politico super votato, sostenitore del padre, il sindaco Alfio Bruno (l'ultimo eletto democraticamente prima del fascismo). Alfio Grasso ci fa conoscere il "poeta dandy" di Biancavilla da una angolazione diversa, rispetto alla pubblicistica degli ultimi anni. Da scoprire nel nostro nuovo prezioso volume.

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili