Connettiti con

Politica

Fabrizio Portale “avvisa” Bonanno: «Valuto l’uscita dalla maggioranza»

Lo “strappo” sul voto per l’Unione dei comuni: «Il sindaco ragiona solo in termini numerici»

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Il punto all’ordine del giorno dell’assemblea cittadina di Biancavilla doveva essere un atto di routine: l’elezione dei quattro rappresentanti biancavillesi dell’Unione dei Comuni Val Simeto (di cui fanno parte pure Adrano, Santa Maria di Licodia e Centuripe). Eppure, l’esito della votazione ha creato una profonda crepa nella maggioranza che sostiene il sindaco Antonio Bonanno.

Non ha partecipato al voto il consigliere del gruppo “Noi per Biancavilla”, Fabrizio Portale. Una defezione motivata con un taglio a dir poco polemico, seppur manifestata con toni pacati. Dall’elezione dei quattro delegati da inviare all’organismo sovracomunale è stato escluso proprio Portale. Un’azione che l’interessato ha ritenuto politicamente irrispettosa.

«Il nostro gruppo – spiega Portale a Biancavilla Oggi – è l’unica forza di maggioranza che non detiene nessuna carica istituzionale. Si è presentata l’opportunità dell’Unione dei comuni e abbiamo chiesto una sorta di “riconoscimento”. Inizialmente c’era stato un impegno in tal senso da parte del sindaco, ma arrivato il punto in aula, questo suo impegno è venuto meno perché vi erano accordi su altri nomi».

Da qui, la non partecipazione al voto. Ad essere eletti come delegati da inviare all’assemblea dell’Unione dei Comuni sono stati Giorgia Pennisi, Rosanna Bonanno, Marco Cantarella e, per la minoranza, Melissa Pappalardo.

Un esito che sul piano politico non passa inosservato e Fabrizio Portale usa toni parecchio duri, rivolgendo un avvertimento al primo cittadino.

«Purtroppo, il sindaco – dice ancora Portale a Biancavilla Oggi – ragiona soltanto in termini numerici, elettorali e di convenienza volti solo ad ottenere attenzioni nazionali, regionali e provinciali. Ma così non va. Ecco perché la nostra forza valuterà se continuare a restare in maggioranza e proseguire con il sostegno a questa amministrazione».

La replica di Bonanno: «Portale si ricrederà»

Appena Biancavilla Oggi ha dato la notizia e riportato le dichiarazioni di Portale, non è tardata la replica del sindaco Antonio Bonanno.

«Sono sicuro – dice il primo cittadino – che il consigliere Portale, che in passato ha manifestato le sue perplessità sulla costituzione di questo organismo e oggi si è ricreduto, avrà la possibilità di ricredersi anche sulle sue dichiarazioni esternate a caldo dopo il Consiglio Comunale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Politica

Carenza idrica, riunione d’urgenza a Biancavilla: stanziati 85mila euro

Disservizi in varie zone: sopralluogo nei pressi di viale dei Fiori, dove i disagi sono più marcati

Pubblicato

il

A Biancavilla, come nel resto della Sicilia, si registra una carenza idrica che sta portando una serie di disservizi in viarie zone. L’abbassamento delle falde nei tre pozzi cittadini ha prodotto un calo di circa 13 litri al secondo. Per affrontare e risolvere i disagi, l’amministrazione comunale ha stanziato 85mila euro da utilizzare per la manutenzione straordinaria dei pozzi.

Una riunione convocata d’urgenza dal sindaco Antonio Bonanno ha chiamato al palazzo comunale gli assessori Vincenzo Giardina e Mario Amato. Con loro anche il capo area del settore, il responsabile della Protezione Civile del Comune e i fontanieri comunali.

«Grazie alle risorse messe in campo – dice Bonanno – provvederemo a spurgare i pozzi e ad attuare interventi migliorativi che ci permettano di recuperare l’acqua perduta e tornare ai normali livelli di erogazione. Nel frattempo abbiamo attivato la Protezione Civile per mettere sin da subito a disposizione dei cittadini un’autobotte per il rifornimento delle abitazioni rimaste all’ascolto. Un’autobotte comunale – lo ricordo – è attiva da giorni».

Un sopralluogo del primo cittadino e dell’assessore Giardina è stato effettuato nella zona di Viale dei Fiori, dove l’erogazione idrica, in maniera più marcata rispetto ad altre aree cittadine, si muove a macchia di leopardo. In altre zone sono state riscontrate delle perdite in corso di riparazione.

Un’emergenza siciliana

«Va da sé che a nessuno di noi sfuggono le dimensioni della crisi idrica in atto, fenomeno di vasta portata che ha indotto il presidente della Regione Siciliana Schifani a chiedere lo stato di emergenza e a invitare tutti i siciliani a un utilizzo razionale della risorsa acqua. Sulla scorta di queste sollecitazioni, anche il Comune di Biancavilla – sottolinea Bonanno – emanerà nei prossimi giorni una serie di direttive affinché nessuno sciupi l’acqua che ha a disposizione». 

Le ditte che dovranno eseguire i lavori di manutenzione straordinaria sono già stata incaricate. Nei prossimi giorni i cittadini saranno avvertiti in tempo utile quando l’erogazione dai pozzi sarà interrotta per consentire gli interventi.

«Rivolgo sin d’ora un appello a tutti i biancavillesi a razionalizzare l’acqua. Sappiate – conclude il sindaco – che alla questione idrica la mia amministrazione sta dando priorità assoluta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti