Connettiti con

Cronaca

C’è chi è senza assicurazione e chi ruba l’energia elettrica: Biancavilla ai raggi X

Controllo a tappeto da parte della polizia: identificate 62 persone, oltre 1000 euro di sanzioni

Pubblicato

il

Decine di persone identificare, verifiche su veicoli, la scoperta di un caso di furto di energia elettrica. È il resocondo di un controllo del territorio di Biancavilla effettuato dai poliziotti del Commissariato di Adrano, in collaborazione con il Reparto Prevenzione Crimine “Sicilia Orientale”.

È stata una capillare attività di monitoraggio finalizzata a prevenire la commissione di reati predatori e l’osservanza della normativa sulla circolazione stradale. 

Effettuati diversi posti di controllo, nel corso dei quali sono state identificate 62 persone, controllati 22 veicoli ed elevate sanzioni per oltre 100 euro per violazioni al Codice della Strada, mancanza di assicurazione e omessa revisione.

L’attività ha interessato anche gli esercizi pubblici. Un esercizio è risultato privo delle previste autorizzazioni comunali. Il titolare è ora indagato in stato di libertà per il reato di furto di energia elettrica. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Cronaca

Olio esausto all’ingresso dei seggi elettorali del plesso “Don Bosco”

Gesto vandalico o di protesta? Presidenti e scrutatori hanno dovuto attendere la pulizia del luogo

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Olio esausto sparso sulla porta e i gradini d’ingresso di uno degli edifici del plesso elementare “Don Bosco” del quartiere Cicalisi, a Biancavilla. La sostanza e la bottiglia in plastica che la conteneva sono state trovate nel padiglione B che ospitano le sezioni 16 e 17.

I presidenti e scrutatori, impegnati nelle operazioni per queste elezioni europee, avrebbero dovuto procedere con i consueti preparativi per la costituzione dei seggi. Ma non è stato possibile accedere ai locali. I funzionari del Comune hanno dovuto chiamare una ditta specializzata perché pulisse l’area.

Il fatto sarebbe accaduto con ogni probabilità questa notte. Sul gesto intenzionale non ci sono dubbi. Si tratta di capire il valore: azione vandalica o gesto politico di protesta? Certo è che chi l’ha compito ha scavalcato la recinzione del plesso scolastico (appartenente al Primo circolo didattico) per poi gettare la sostanza oleosa e lasciando a terra la bottiglia. Sul posto, è intervenuta una pattuglia della polizia locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti