Connettiti con

News

Inciviltà a Biancavilla: tappeto di rifiuti lungo la strada di contrada “Pozzillo”

Zona più volte ripulita, ma di nuovo sommersa dall’immondizia: segnalazione di “Agriambiente”

Pubblicato

il

La zona non è nuova a segnalazioni di questo tipo e gli archivi di Biancavilla Oggi lo testimoniano. La strada di contrada “Pozzillo”, appena superata la fermata della metropolitana e oltrepassato il punto in cui c’erano i binari Circumetnea, di nuovo coperta di immondizia.

Rifiuti di ogni tipo (anche materiali di risulta dell’edilizia) formano un vero e proprio tappeto. Una cartolina di inciviltà che deturpa l’ambiente.

La nuova segnalazione è dell’associazione “Agriambiente Catania”, il cui rappresentante, Dino Petralia, assieme ad alcuni volontari, ha anche documentato lo scempio attraverso immagini video. La prossima azione sarà un esposto al Comune e, se è il caso, anche all’Arpa.

La zona, negli anni, è stata a più riprese pulita e bonificata. Ma, puntualmente, i cumuli di immondizia si sono riformati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

News

Lesioni cutanee, a Biancavilla incontro formativo sulla medicina rigenerativa

Casi cronici destinati ad aumentare: evento rivolto agli operatori sanitari organizzato dalla Fials

Pubblicato

il

Biancavilla protagonista della sanità provinciale. A Villa delle Favare il primo evento formativo sulla medicina rigenerativa e le nuove ricerche per la cura delle lesioni cutanee.

Un evento promosso dalla Fials Catania guidata dal segretario provinciale, Agata Consoli, e organizzato dal gruppo dirigente di Biancavilla, Nicolò Nicolò, Vincenzo Lanza, Giusi Cusmano, con il supporto locale, tecnico e organizzativo di Vincenzo Amato. Tutti lavoratori che operano quotidianamente presso l’ospedale di Biancavilla. 

«Abbiamo voluto questo evento – spiegano gli organizzatori – perchè è richiesto a gran voce sia dagli operatori sanitari sia dai professionisti che si occupano della formazione, per mettere in luce la buona sanità che esiste ed è presente anche a Biancavilla e in tutto il territorio del distretto, che comprende Bronte, Adrano e Paternò. L’interesse della Fials è di porre al centro dell’assistenza il paziente, che necessita di cure adeguate e di professionisti costantemente aggiornati sulle linee guida internazionali. Ciò si può ottenere unendo le forze, l’impegno e il dialogo».

In Italia due milioni di persone sono affette da lesioni croniche cutanee e il numero è destinato ad aumentare con la crescita della popolazione ultraottantenne. L’obiettivo del corso è formare gli operatori sanitari e prepararli alle nuove sfide del settore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti