Connettiti con

Cronaca

Denunciate 14 guide dell’Etna, violazioni anche nel territorio di Biancavilla

Zone off limit, ma i militari della guardia di finanzia hanno appurato l’inosservanza da parte di gruppi di turisti

Pubblicato

il

I militari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Nicolosi hanno denunciato 13 guide vulcanologiche ed 1 guida alpina per inosservanza delle ordinanze che regolano l’accesso alle zone sommitali dell’Etna.

In particolare, in ragione dello stato di criticità del Vulcano, i sindaci di Nicolosi, Biancavilla e Bronte hanno emanato specifici provvedimenti che impongono delle stringenti regole. C’è il divieto ad oltrepassare i 2920 metri di altitudine per non incorrere in situazioni di pericolo. Rischio derivante da possibili ricadute di materiale lavico eruttato dalle bocche in attività.

In tale ambito, le guide vulcanologiche e alpine, nell’organizzare le escursioni, garantiscono con la loro professionalità il rispetto di tutte le limitazioni previste dagli organi competenti al monitoraggio del vulcano. Ciò al fine di consentire ai turisti di effettuare visite delle aree di interesse nella massima sicurezza.   

Gli specialisti delle Fiamme Gialle del Sagf di Nicolosi sono costantemente impegnate nel garantire la pubblica incolumità. Lo scopo è evitare che incauti escursionisti possano incorrere in situazioni di pericolo.

Nel corso di tali controlli, i finanzieri del Comando Provinciale di Catania hanno intercettato in zone vietate al transito diversi gruppi di turisti. Erano accompagnati da guide vulcanologiche e alpine, in violazione delle loro prerogative di garanti della sicurezza dei soggetti accompagnati. Hanno violato così le disposizioni in vigore con potenziale pregiudizio per l’incolumità dei turisti.

Per tale ragione, le 14 guide sono state denunciate per violazione dell’art. 650 del Codice Penale, ovvero inosservanza dei provvedimenti amministrativi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Abbandono di rifiuti, due vigili urbani beccano una donna “insospettabile”

Gli agenti biancavillesi hanno identificato la cittadina incivile: dovrà pagare una multa salata

Pubblicato

il

Una donna “insospettabile” è stata colta da due vigili urbani di Biancavilla mentre abbandonava sacchetti di spazzatura. I due agenti, tra coloro assunti da poco, hanno provveduto ad identificare la donna, che ora dovrà pagare una salata sanzione. L’episodio è avvenuto nelle ore in cui si stava ripulendo la discarica illegale di via dei Pini.

«È il quadro impietoso del ‘riempi e svuota’ – è il commento del sindaco Antonio Bonanno – cui siamo costretti ad assistere per l’incomprensibile atteggiamento di pochi cittadini che inspiegabilmente non intendono adeguarsi a una regolare raccolta differenziata che proprio a Biancavilla dà i propri frutti con numeri record».

Il primo cittadino definisce «gesti ostili e insensati» le condotte di cittadini che di proposito violano le più elementari regole. La multa elevata alla cittadina incivile possa servire «da lezione –auspica Bonanno – a quei pochi incivili che ancora si rifiutano di aderire alla efficiente raccolta differenziata in tutto il territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti