Connettiti con

Storie

Dalla “spagnola” al “coronavirus”, una vita lunga un secolo: tanti auguri nonna Tanina

Traguardo dei 100 anni per la signora Gaetana Tricomi, accerchiata dall’affetto di 4 figli, 13 nipoti e 15 pronipoti

Pubblicato

il

di Vittorio Fiorenza

È nata quando il mondo si risollevava dalle macerie della Grande Guerra e prima che l’Italia rimanesse imbrigliata nel regime fascista. Ha vissuto le restrizioni, i bombardamenti e gli sfollamenti del secondo conflitto mondiale. Ha attraversato il Novecento e oltrepassato i primi decenni del XXI secolo. Si è lasciata alle spalle la pandemia della “spagnola” ed ora è testimone dell’epidemia del “coronavirus”.

Il suo è un traguardo invidiabile: nonna “Tanina” compie 100 anni. Un compleanno speciale, che riempie di speranza e ottimismo in questo difficile momento di incertezze e preoccupazioni.

Di origine catanese (conserva ancora il suo “accento”), la signora Gaetana Tricomi (questo il suo nome registrato all’Anagrafe il 24 aprile 1920) si era sposata a 27 anni con il biancavillese Giuseppe Greco, titolare prima di un oleificio e poi dello storico “Panificio Santa Rita”.

Lei, lavoratrice instancabile, si è anche dedicata alla famiglia, crescendo quattro figli. È rimasta vedova nel 1993, ma oggi è accerchiata dall’affetto di 13 nipoti e 15 pronipoti.

«Hai visto crescere diverse generazioni di bambini a casa tua, come mamma, nonna e bisnonna. Oggi non possiamo farti gli auguri di persona, ma appena finirà quest’emergenza, stai tranquilla che festeggeremo»: è l’impegno preso dai familiari.

Tanti cari auguri a nonna Tanina anche da parte di Biancavilla Oggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Storie

Spende 1 euro e ne vince 7mila: un “Gratta e vinci” fortunato a Biancavilla

Premio immediato per una signora che ha giocato presso la Tabaccheria Smile di viale dei Fiori

Pubblicato

il

Un tentativo per sfidare la fortuna. Uno dei tanti. Ma questa volta, per una donna di Biancavilla, è andata bene e la dea bendata l’ha baciata. Ha speso un solo euro per acquistare un biglietto “Gratta e vinci” della serie “Sette e mezzo” e ha racimolato il massimo della vincita possibile, ovvero 7mila euro.

Una somma che non fa perdere la testa, ma è certamente sufficiente a potersi passare qualche sfizio o a contribuire alle entrate familiari, in questo momento di difficoltà.

La vincita, ad esito immediato, si è avuta presso la Tabaccheria Smile di viale dei Fiori, a Biancavilla. Contento pure il titolare per avere assistito all’emozione della signora appena avuta consapevolezza del premio più alto.

«È stata una gioia anche per noi, peccato non avere avuto la possibilità di abbracciare la signora a causa delle restrizioni Covid», viene sottolineato a Biancavilla Oggi dall’esercizio di viale dei Fiori.

Un colpo fortunato, soprattutto se si considera che –come spiega Lottomatica– la probabilità di vincere il premio massimo di 7mila euro è di 1 ogni 480mila biglietti. E quel biglietto, stavolta, è stato “grattato” dalla signora di Biancavilla.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili