Connettiti con

Chiesa

San Placido, patrono da 310 anni: l’emozione dei nuovi devoti

Pubblicato

il

Il rito della vestizione e della benedizione si ripete ogni 23 settembre per i nuovi soci del Circolo “San Placido”, l’aggregazione dei devoti del patrono di Biancavilla. Ma quest’anno, la cerimonia, che si è svolta nella chiesa del Rosario, merita una speciale annotazione.

L’ingresso dei nuovi soci nel folto gruppo di devoti ricade, infatti, nel 310° anniversario del patrocinio cittadino di San Placido. Era il 23 settembre del 1709 quando, per decisione dell’allora vescovo di Catania, Andrea Riggio, il martire benedettino venne elevato a patrono di Biancavilla.

Nel ricordo e nel segno di una radicata devozione, hanno fatto il loro ingresso nel circolo ed accolti dal presidente Placido Lavenia: Amelia Benina, Fabio Zappalà e i piccoli Tommaso Francesco Lavenia e Placido Pio Musumeci. Tra i novizi, una coppia di sposi: Placido Corsaro e Gaetana Missorici.

Tutti, nel corso della celebrazione eucaristica, sono stati chiamati davanti all’altare dal prevosto, che ha impartito la benedizione ed augurato un percorso di fede e fraternità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiesa

Incontro ecumenico a Biancavilla per l’unità delle Chiese cristiane

In basilica momento di preghiera con l’arcivescovo Luigi Renna ed altri rappresentanti religiosi

Pubblicato

il

Si è tenuta in Chiesa Madre a Biancavilla, per il secondo anno consecutivo, la celebrazione ecumenica della parola di Dio, momento ecumenico di preghiera promosso dalla diocesi etnea e dal consiglio ecumenico delle Chiese di Catania.

L’evento segna l’inizio della settimana di preghiera per l’unità dei cristiani e farà tappa anche a Bronte e Paternò, per poi concludersi a Catania il 25 gennaio.

Assieme all’arcivescovo catanese Luigi Renna e a don Antonino De Maria, direttore dell’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso, riuniti esponenti delle chiese anglicana, avventista, copta egiziana, esercito della salvezza, evangelica battista, luterana e valdese, ortodossa romena e dei patriarcati di Costantinopoli e Mosca.

Richiamata la vocazione ecumenica di Biancavilla, l’arcivescovo ha definito il cammino ecumenico prioritario e imprescindibile nella vita e nella preghiera dei cattolici.

Si è poi soffermato sul tema oggetto di riflessione quest’anno, tratto dal Vangelo di Luca: “Amerai il Signore Dio tuo… e il prossimo tuo come te stesso”. Occorre incontrare e accogliere – ha affermato Renna – le altre comunità cristiane amandosi gli uni e gli altri, secondo il duplice comandamento dell’amore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti