19092019GOODNEWS:

Ospiti del “Cenacolo” a quota 1920 m per la festa della Madonna della Neve

In occasione della festività della Madonna della Neve, una rappresentanza di ospiti della Comunità Terapeutica Assistita “Cenacolo Cristo Re” di Biancavilla ha partecipato alle manifestazioni celebrative che si sono svolte presso l’edicola votiva posta vicino l’ex casa cantoniera del Rifugio “Sapienza” sull’Etna.

L’evento, organizzato da ex dirigenti diocesani dell’Azione Cattolica, ogni anno raduna a quota 1920 metri un cospicuo numero di appassionati della montagna ed escursionisti del Cai, che colgono il momento di coniugare la preghiera con la bellezza e la salubrità del paesaggio.

Gli ospiti della struttura biancavillese, in una dimensione di apertura all’inclusione sociale, voluta fortemente dalla direzione amministrativa e sanitaria dell’ente, hanno colto l’occasione per integrarsi con i numerosi partecipanti al momento religioso e vivere una giornata all’insegna del contatto con la natura.

La celebrazione eucaristica, presieduta da mons. Barbaro Scionti, parroco della Basilica Cattedrale di Catania, è stato uno dei momenti significativi della giornata.

I partecipanti hanno apprezzato molto l’accoglienza loro riservata, unitamente agli ospiti di altre strutture, da parte del sindaco di Nicolosi, Angelo Pulvirenti, nel cui territorio ricade il tempietto dedicato alla Madonna della Neve, la cui prima costruzione risale al 1945 per poi essere ricostruito a seguito di una distruttiva eruzione negli anni ’80 del secolo scorso.

Apprezzata anche la delicata attenzione rivolta agli utenti della comunità terapeutica, accompagnati dall’educatore Filadelfio Grasso, da parte di una delegazione dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro, guidata dal Luogotenente emerito Dr. Giovanni Russo, comprendente il dott. Salvuccio Furnari, l’arch.  Salvatore Di Mauro (organizzatore dell’evento) e altri “cavalieri” e “dame” convenuti anche loro nel luogo di preghiera.

Gli ospiti del “Cenacolo”, dopo una sosta nel piazzale della stazione della funivia, hanno visitato i vicini crateri Silvestri, ammirandone il panorama e l’originale orografia del terreno.

Un piacevole picnic nella lussureggiante pineta di Biancavilla ha concluso l’interessante giornata “religioso-ambientale” costituendo un fattore anche educativo-riabilitativo e terapeutico, svolto oltre i confini di un classico setting.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO