Connettiti con

Associazionismo

A Biancavilla la Croce Rossa “sperimenta” il conflitto tra Stati

Pubblicato

il

I volontari dell’unità territoriale di Biancavilla della Croce Rossa Italiana, insieme agli operatori ed agli istruttori del Comitato di Catania, hanno ospitato presso la propria sede un evento di “Raid cross”. Si tratta di un gioco di ruolo sul Diritto Internazionale Umanitario che trova applicazione durante i conflitti armati.

In partecipanti, in sostanza, si sono trovati ad agire all’interno di un conflitto che coinvolge due Stati: l’occupazione del territorio dello stato di Haddar (nome di fantasia) da parte dell’esercito dello Stato di Deldar.

L’attività ha previsto nove postazioni per permettere ai partecipanti di vivere sulla propria pelle le problematiche che si trovano ad affrontare i prigionieri di guerra ed i civili coinvolti nelle ostilità. Hanno dovuto quindi sperimentare l’esistenza dell’artiglieria, del cecchino e dei processi del Tribunale Internazionale in caso di violazione delle norme sancite dalla Convenzione di Ginevra e dei suoi protocolli aggiuntivi.

I partecipanti hanno avuto inoltre il modo di comprendere l’importanza degli aiuti umanitari e del ruolo che il Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezza Luna Rossa riveste in situazioni così delicate.

A conclusione dell’attività che si è svolta a Biancavilla, i partecipanti e gli stessi volontari operatori hanno riferito di come tutte la fasi siano state emotivamente coinvolgenti, in un crescendo di domande, riflessioni e crescita formativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Associazionismo

Autismo e riabilitazione: incontro del Lions club a Villa delle Favare

Pubblico di insegnanti e genitori per un tema affrontato da una psicologa e una musicoterapista

Pubblicato

il

“Parliamo di Autismo e Riabilitazione”. È il tema discusso in un incontro a Villa delle favare, organizzato dal Lions club Adrano Bronte Biancavilla, in collaborazione con il 1° Circolo Didattico “San Giovanni Bosco”.

Sono state la psicologa Giuliana Camarda e la musicoterapista e psicomotricista funzionale Marilena Lanzafame ad affrontare l’argomento davanti ad un numeroso pubblico, composto prevalentemente da insegnanti, da rappresentanti dei genitori e soci del club.

A moderare l’incontro, Salvuccio Furnari, referente Gst area catanese, che ha illustrato i punti salienti che riguardano i disturbi dello spettro autistico.

Ha concluso la delegata distrettuale al service Giuseppina Siracusa, che ha presentato il ruolo e le iniziative dei Lions a favore dei soggetti con fragilità, soffermandosi in particolare sulla nascita e del laboratorio di Arti Musive PDG Cesare Fulci di Barcellona Pozzo di Gotto. Proiettato anche un filmato sui lavori svolti ed eseguiti da soggetti affetti da autismo seguiti dal centro.

Intervenuti all’incontro anche l’assessore alla Pubblica Istruzione, Vincenzo Randazzo, la presidente del Lions Club, Graziella Portale, la dirigente scolastica Alfina D’Orto, e l’assistente sociale Mariateresa Mazza. Quest’ultima, referente area orientale del service, ha introdotto le motivazioni degli obiettivi dell’incontro e le caratteristiche tipiche delle persone affette da autismo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti