Connettiti con

Associazionismo

A Biancavilla la Croce Rossa “sperimenta” il conflitto tra Stati

Pubblicato

il

I volontari dell’unità territoriale di Biancavilla della Croce Rossa Italiana, insieme agli operatori ed agli istruttori del Comitato di Catania, hanno ospitato presso la propria sede un evento di “Raid cross”. Si tratta di un gioco di ruolo sul Diritto Internazionale Umanitario che trova applicazione durante i conflitti armati.

In partecipanti, in sostanza, si sono trovati ad agire all’interno di un conflitto che coinvolge due Stati: l’occupazione del territorio dello stato di Haddar (nome di fantasia) da parte dell’esercito dello Stato di Deldar.

L’attività ha previsto nove postazioni per permettere ai partecipanti di vivere sulla propria pelle le problematiche che si trovano ad affrontare i prigionieri di guerra ed i civili coinvolti nelle ostilità. Hanno dovuto quindi sperimentare l’esistenza dell’artiglieria, del cecchino e dei processi del Tribunale Internazionale in caso di violazione delle norme sancite dalla Convenzione di Ginevra e dei suoi protocolli aggiuntivi.

I partecipanti hanno avuto inoltre il modo di comprendere l’importanza degli aiuti umanitari e del ruolo che il Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezza Luna Rossa riveste in situazioni così delicate.

A conclusione dell’attività che si è svolta a Biancavilla, i partecipanti e gli stessi volontari operatori hanno riferito di come tutte la fasi siano state emotivamente coinvolgenti, in un crescendo di domande, riflessioni e crescita formativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Associazionismo

Nuovo direttivo dell’Anc, Antonio Rapisarda confermato presidente

Rinnovati gli organismi interni della sezione locale dell’Associazione Nazionale Carabinieri

Pubblicato

il

Nuovo Consiglio direttivo dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Biancavilla eletto dall’assemblea dei soci. Alla presidenza confermato Antonio Rapisarda.

Sarà affiancato da Giuseppe Alongi (vice presidente) e da Salvatore Moschitta, Giuseppe Neri, Vito Mauceri, quali consiglieri. Segretario è Salvatore Vercoco. Il Consiglio Direttivo sarà in carica per cinque anni.

«La fiducia e la stima riposte ancora una volta nella mia persona da parte di tutti i soci e non solo, mi impegnano e mi stimolano –dice il presidente Rapisarda– nel continuare ad esprimere il meglio di me stesso per portare avanti tutte le iniziative in corso e le nuove, con lo spirito ed i valori di chi si sente di appartenere all’Arma dei Carabinieri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili