Connettiti con

Politica

Fu sindaco e capo degli “abusivi”: morto a 83 anni Carmelo Nicolosi

Pubblicato

il

Era solito sedersi davanti la sede del circolo dei cacciatori di via Vittorio Emanuele per passare le giornate in compagnia degli amici. Carmelo Nicolosi se ne è andato all’età di 83 anni. Agricoltore e persona semplice, fu sindaco per un anno, tra il 1992 e il 1993, assessore e consigliere comunale. Prima esponente della Democrazia cristiana, poi fondatore di un proprio movimento e quindi avvicinatosi sulle posizioni dei Democratici di sinistra.

La sua popolarità si lega alla battaglia a difesa delle case abusive, che nel marzo 1992 toccò il culmine con una mega manifestazione che spinse i biancavillesi a scendere in piazza. Nicolosi, da primo cittadino, si mise a capo del lungo corteo al grido de “la casa non si tocca” per poi parlare alla folla affacciato dal balcone del palazzo comunale. Toni e modi da vero trascinatore di popolo. Nicolosi incarnò l’animo più autentico dei biancavillesi.

Sulla scorta di quella popolarità, Nicolosi si presentò candidato sindaco nel 1994 e, per una manciata di voti, mancò il ballottaggio con Mario Cantarella e la storia decretò la vittoria di Pietro Manna. Ci riprovò con il Circolo dei popolari ed il simbolo del “Quarto Stato” di Pellizza nel 1998. Ma divenne sindaco, per la seconda volta, Pietro Manna, al quale Nicolosì, da aspro avversario si avvicinò gradualmente fino a diventare suo assessore. La sua esperienza politico-amministrativa finisce con la seconda sindacatura Manna.

Il funerale sarà celebrato domenica mattina, alle ore 10, nella parrocchia “Sacro cuore” da padre Ambrogio Monforte. Il sindaco di Biancavilla, Antonio Bonanno, ha diffuso un messaggio di cordoglio: «La notizia della scomparsa dell’amico ed ex sindaco Carmelo Nicolosi, mi rattrista. Si è speso per la nostra comunità e merita di essere ricordato con profondo rispetto. Il mio personale, e sincero, cordoglio alla famiglia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Missione a Roma del sindaco Bonanno, incontro con il presidente La Russa

Visita istituzionale a Palazzo Madama: colloquio anche con la sottosegretaria all’Istruzione

Pubblicato

il

Missione romana per il sindaco di Biancavilla, Antonio Bonanno. Il primo cittadino ha incontrato il presidente del Senato, Ignazio La Russa, ma anche il senatore Salvo Pogliese, il presidente del gruppo di Fratelli d’Italia a Palazzo Madama, Lucio Malan, e la sottosegretaria all’Istruzione Paola Frassinetti.

La Russa, in particolare, si legge in una nota del Comune, «ha ribadito il proprio attaccamento a tutto il territorio catanese, sottolineando il ruolo centrale delle amministrazioni che svolgono un ruolo di regia per programmare lo sviluppo delle nostre realtà».

Bonanno parla ha ribadito «la forte intesa istituzionale del Governo e di tutto il Parlamento con il Comune di Biancavilla». Con la sottosegretaria Frassinetti, Bonanno ha affrontato questioni che riguardano il mondo della scuola e dell’edilizia scolastica nell’area che ci riguarda.

Assieme al primo cittadino, da Biancavilla c’erano anche il consigliere comunale Dino Caporlingua e l’esperto del sindaco Fabio Catania.

«Rinnovo stima e gratitudine al sen. Salvo Pogliese – ha detto Bonanno – sempre disponibile a promuovere interventi di sostegno per la città di Biancavilla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti