Connettiti con

Cronaca

A fuoco mezzo di onoranze funebri: in fiamme pure un grosso albero

Pubblicato

il

incendio-furgone-pompe-funebri

Incendio nella notte nel viale Cristoforo Colombo, all’incrocio con via Vittorio Emanuele e il passaggio a livello della Ferrovia Circumetnea. Indagano i carabinieri.

 

di Vittorio Fiorenza

Non ci sarebbero tracce di liquido infiammabile o altri elementi che possano autorizzare ad ipotizzare l’origine dolosa delle fiamme. Certo è che i carabinieri hanno avviato le indagini. Un furgone di proprietà di un’impresa di onoranze funebri è stato danneggiato dalle fiamme nella parte del vano motore.

Il fuoco ha toccato anche un grosso albero, un pino, che ben presto si è trasformato in una torcia visibile anche a distanza. Il fatto è accaduto dopo le 2 di notte nel viale Cristoforo Colombo, a Biancavilla, a due passi dal passaggio a livello da cui ha inizio via Vittorio Emanuele.

Sul posto, per domare l’incendio, sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Adrano. Con loro anche i militari che stanno acquisendo informazioni per tentare di comprendere se dietro al rogo possa esserci la mano di qualcuno o è da archiviare come origine accidentale.

incendio-furgone-pompe-funebri2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Solito bar, solito spaccio di droga: dosi pronte e nascoste sotto la tavola calda

Arrestato di nuovo il titolare del locale di piazza Roma, già altre volte beccato da carabinieri e polizia

Pubblicato

il

Arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Paternò hanno beccato il 45enne, titolare del bar di piazza Roma.

L’attività commerciale è stata oggetto a ripetizione di provvedimenti da parte del Questore e già altre volte era stata sequestrata della droga. Non è la prima volta che l’uomo venga arrestato per gli stessi motivi.

L’incessante attività investigativa dei militari ha proseguito i controlli. Stesse modalità, solito giro di frequentazioni. Il titolare, tra un caffè e l’altro, continuava la sua attività di spaccio di droga.

I carabinieri hanno effettuato una perquisizione all’interno del bar. Una visita inaspettata. Sotto i ripiani della tavola calda, i militari hanno trovato 32 dosi di cocaina già confezionate per la vendita al minuto e 15 grammi di marijuana.

Nel prosieguo della ricerca, dentro un contenitore di patatine posto su una mensola, i militari hanno rinvenuto la somma di 175 euro ritenuta provento dell’attività di spaccio.

L’uomo, espletate le formalità di rito, attende il rito per direttissima agli arresti domiciliari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili